Sesso&dintorni 16 Novembre Nov 2013 0710 16 novembre 2013

Tieni in forma il suo Walter

Movimento, cibo etnico e sbadiglio libero. Così il tuo lui sarà tonico. Sotto le lenzuola.

  • ...
Pene

Sane abitudini e i cibi giusti possono migliorare tono e performance del pene.

Getty Images/iStockphoto

Avere accanto un uomo in forma è importante. E sempre più i maschi sono consapevoli che il «farsi trovare in ordine» non è più una prerogativa solo femminile. Barba, capelli, palestra, un buon profumo...e il pene in perfetta salute, per completare il tutto.
Già, perchè se dev'esserci la parità dei sessi, non si capisce per quale ragione noi donne dovremmo ammazzarci di esercizi vaginali, in particolare quelli di Kegel, mentre loro lasciano il pene in stato di abbandono. Come dire, basta che si metta sull'attenti e il resto è secondario.
Invece no. Il pene si può migliorare: esternamente e internamente. Ma a convincere i maschi a sottoporsi a un training decisamente intimo, dobbiamo essere noi donne. Come? Ecco i 5 step fondamentali.

1. Lascialo dormire il giusto
Addormentarsi subito dopo l'orgasmo forse non è il massimo del romanticismo, ma riposare aiuta a mantenere il pene sempre pronto all’occorrenza. Ogni notte, mentre si dorme, si hanno dalle 3 alle 5 ore di lunghe erezioni. Questo fa sì che il sangue che di norma affluisce al pene sia sempre ben ossigenato. In teoria più erezioni notturne si hanno, più diventa flessibile il tessuto erettile e questo può aiutare a mantenere l’erezione forte nonostante l’usura degli anni, spiegano gli esperti. Quindi, a noi donne non resta che tenere a portata di mano un buon libro. E guardarlo dormire.

2. Elimina le sigarette
Addio anche alla classica sigaretta «post coitum»: il fumo causa impotenza. E influisce anche sulla dimensione del pene: preso un campione di uomini a riferimento, si è scoperto che i peni dei fumatori sono notevolmente più piccoli rispetto a quelli dei non fumatori, con tessuto meno elastico e flessibile.

3. Fagli fare almeno un giro dell'isolato al giorno
Uno studio del Centro di Medicina Sessuale dell’Alvarado Hospital in California ha evidenziato che gli uomini che camminano almeno 3 km al giorno hanno la metà delle probabilità di incorrere in problemi di disfunzione erettile rispetto agli uomini più sedentari. E i movimenti, più o meno consapevoli, dei muscoli del bacino, portano benefici a tutta la zona genitale. Quindi, speditelo a fare il giro dell'isolato, a buttare la pattumiera, a fare le commissioni.

4. Dà il via libera allo sbadiglioArriveremo al paradosso di domandargli «Amore, ma sei sicuro di non annoiarti?». Sbadigliare fa bene. Ed è un riflesso controllato dalla stessa sostanza chimica, l’ossido nitrico, che regola l’erezione. Sbadigliare di tanto in tanto durante il giorno può indurre erezioni più robuste.

5. Aumenta le porzioni di cibo etnico
Delle proprietà afrodisiache di ostriche e uova di quaglia sapete già tutto. Ma se volete davvero dare una svolta alla vostra relazione, conviene che portiate il vostro lui a mangiare cibo etnico. Perchè sono zenzero, chili e peperoncino a stimolare una performance sessuale da sogno. Il primo è chiamato non a caso «viagra orientale», perchè è un potente vasodilatatore, purchè consumato fresco. Quello che accompagna il sushi è perfetto, per esempio.
Il chili e il peperoncino potete trovarli in una delle preparazioni tipiche dei ristoranti messicani, dal chili di carne ai burritos, alle fajitas. Ma anche la cucina indiana, per esempio con il Chicken Tikka Masala, offre spunti interessanti. Ma mi raccomando, niente esagerazioni. Mica vorrete rischiare il crollo post prandiale...

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso