Consigli 11 Novembre Nov 2013 1320 11 novembre 2013

Il regalo perfetto? Si sceglie sul web

Internet e social network sempre più determinanti nell’aiutare i genitori a trovare il giocattolo ideale.

  • ...
Linus ld

Linus. Il deejay è testimonial dell'iniziativa che, per ogni like sulla pagina Facebook de La Scatola dei Giocattoli, contribuisce alla donazione di 25 mila euro in giocattoli a strutture che si dedicano alla salute e all’accoglienza dei bambini.

Mamme e papà sempre più digitali. Anche quando si tratta di scegliere un giocattolo per i propri bambini. Le abitudini di consumo stanno cambiando radicalmente. E a farla da padrone è il web. Oltre l’80% degli italiani naviga infatti per reperire informazioni su prodotti e servizi, perché Internet sembra diventato lo «strumento della verità». Se prima il percorso di scelta era molto lineare – si cercava un oggetto, lo si trovava in un negozio e lo si provava a casa – oggi quello stesso oggetto viene prima testato on-line alla ricerca di dettagli, esperienze d’uso e valutazioni. La maggior parte dei consumatori ormai si mette davanti al televisore mentre è connesso alla rete, con un computer, un tablet, o con l'onnipresente smartphone. E grazie al digitale sono addirittura più preparati delle aziende che dovrebbero servirli. A tracciare questo quadro è Fabio Vaccarono, Country Director di Google Italia, in occasione dell’incontro Scegliere il giocattolo giusto nell’era digitale, organizzato da Mattel Italia. Interessanti i dati riguardanti le mamme. «Contrariamente all’immaginario tradizionale, il 67% è web addicted. L’83% ricerca un prodotto on-line dopo averne vista la pubblicità in televisione. Il 70% considera il web il mezzo migliore per informarsi sugli acquisti». Evidente l’impatto sull’industria del giocattolo. Proprio su Google vengono digitate 30 milioni di ricerche mensili sull’argomento, con picchi natalizi che raggiungono quasi il doppio.

UN BUSINESS IN CRESCITA
«Siamo perfettamente consapevoli dell’importanza del web e di quanto sia determinante per la decisione finale sull’acquisto», afferma Filippo Agnello, amministratore delegato di Mattel Italia. «Il business dei giocattoli su Internet è ancora piuttosto marginale se paragonato ai valori complessivi del mercato ma sta crescendo e per questo, in quanto azienda leader nel settore, stiamo investendo molto sul virtuale». Di qui il lancio de La scatola dei giocattoli, una piattaforma digitale che aiuta gli adulti a scegliere bene cosa regalare ai bambini.Attraverso l’utilizzo di alcune variabili di scelta (età, fascia di prezzo, marche preferite, ecc), il sito permette di realizzare tante scatole virtuali per i bambini dentro alle quali inserire il giocattolo suggerito dal sito stesso. Obiettivo: aiutare i genitori, i parenti e gli amici ad orientarsi nel mondo del giocattolo. Non solo. La piattaforma consente di condividere queste scatole sui social network in modo da raccogliere suggerimenti dagli amici ma anche per contribuire ad un’importante iniziativa sociale che vede come ambasciatore Linus di Radio Deejay. Ogni like sulla pagina Facebook dell’iniziativa contribuisce, infatti, alla donazione di 25 mila euro in giocattoli a favore di strutture che si dedicano alla salute e all’accoglienza dei bambini.

L'home page del sito La Scatola dei Giocattoli.

UN REGALO SU SEI È SBAGLIATO. Uno strumento nuovo per venire incontro a genitori sempre più avidi di informazioni e desiderosi di fare il regalo perfetto. In fondo scegliere quello giusto non è sempre così facile. Lo conferma Luca Fois, professore del Consorzio POLI.design del Politecnico di Milano e direttore del Master in Design del Giocattolo: «Si stima che circa 1 regalo su 6 sia sbagliato o indesiderato». Dato da non sottovalutare visto che per il prossimo Natale gli italiani spenderanno in giocattoli oltre 700 milioni di euro. È dunque al web che ci si affida per far felici figli e nipotini. Che sia la fine della magia dei negozi di giocattoli tanto amati dai bambini? Non ancora, ma il settore sta cambiando velocemente.
Le grandi aziende sono costrette a rispondere alle nuove abitudini di consumo, alla prepotente influenza del web sulle scelte dei prodotti da acquistare e dei social network attraverso i quali i potenziali acquirenti possono condividere informazioni, pregi e difetti dei prodotti. È di pochi giorni fa, ad esempio,  il lancio da parte della Walt Disney Company in Italia di un sito di e-commerce dove i visitatori possono scegliere e acquistare prodotti presenti esclusivamente sul web e hanno anche l’opportunità di personalizzarli con il proprio nome o un messaggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso