Osare 5 Novembre Nov 2013 1808 05 novembre 2013

Diamoci un taglio

Movimenti naturali. Lunghezze sovrapposte. E i punti luce come accessori. Torna il capello corto.

  • ...
Charlene

La principessa di Monaco Charlene Wittstock con un taglio corto, comodo per la ex nuotatrice.

Echi sixties, qualche tocco anni Ottanta, un mix di influenze hippy e ispirazioni ’70 con uno sguardo al futuro tra glam e rock. Le tendenze di quest'autunno prevedono una reinterpretazione del più classico dei classici in chiave moderna, grazie a tagli ultra corti e colori inediti, rivisitati con sorprendenti sfumature in grado non solo di scolpire, ma di dare movimento e rilievo anche ai look più insignificanti. Perché, parliamoci chiaro, non è così semplice avere un taglio corto perfetto e riuscire a mantenerlo. A meno che non si abbia per migliore amico un hair stylist.
NESSUN COMPROMESSO IN TESTA 
Insomma, finito il tempo della grandi certezze e terminata l’era delle mezze stagioni, ora sono finiti anche i mezzi tagli: i capelli si portano lunghissimi o cortissimi. E se i lunghi vivono di volumi regolari, quasi minimal e dall'allure chic oppure più selvaggi, gonfi e sfilati con una certa passione per il retrò, il grande ritorno dei tagli corti è caratterizzato da movimenti naturali, e da diverse lunghezze sovrapposte: al via quindi tagli scolpiti, grintosi e dinamici quasi a ricordare la loro anima punk.

L'attrice Halle Berry è da sempre una sostenitrice del corto.

IL CORTO RIPROPOSTO DALLE CELEBS
Sono state celebrities del calibro della neo mamma Halle Berry oppure dell’ex ragazzina ribelle di Dawson’s Creek Michelle Williams o ancora di Anne Hathaway costretta a un taglio deciso per la sua interpretazione de I Miserabili (poi affezionatasi a tal punto da non voler più tornare al caro, vecchio e rassicurante lungo alla Andy del Diavolo veste Prada) a riportare in auge il corto. Pensate che quello sfoggiato dalla Hathaway è stato il più bel taglio di capelli secondo un sondaggio dell’Haidressing Council della Gran Bretagna (insomma, una sorta di Oscar dei parrucchieri) dopo un decennio in cui spopolava l’intramontabile «taglio alla Rachel» e cioè quello che ha reso famosa Jennifer Aniston al grande pubblico con la sit-com Friends.
TORNA IL LOOK ALLA TWIGGY
Ma i corti che hanno fatto impazzire il grande schermo, e non solo quello, non sono finiti: che ne dite di Sharon Stone? E di Charlene, la principessa di Monaco? Ma c’è anche la dolce Ginnifer Goodwin e la statuaria Andrea Oswart e infine Emma Watson che si è presentata alla prima dell’ultimo film di Harry Potter, la sua fatica finale nei panni di Hermione, con un taglio alla Twiggy che le donava moltissimo. Certo, per dare un taglio a capelli e passato ci vuole un bel coraggio. Ma forse dovremmo far tesoro dei successi e degli errori vip e fare delle loro, le nostre armi di seduzione.
COLORE E LUCE COME ACCESSORI
A proposito di seduzione, questo autunno resiste la frangia, più che mai. Corta e di ispirazione anni ’20, un po’ a ricordare Il grande Gatsby e la voglia di flirtare che aleggiava in quell’epoca, questo elemento di fascino va adattato a seconda del viso e della personalità: più squadrata su un viso lungo, asimmetrica o arrotondata su lineamenti più marcati. Il colore e la luce diventano quasi degli accessori da sfoggiare solo su alcune ciocche quasi a rappresentare un gioiello, una pietra preziosa: in ogni caso vincono le tonalità che richiamano l’autunno come il cioccolato, i rossi e gli aranciati come le foglie e tutte le nuance del marrone che richiama i colori del bosco. I biondi infine si fanno invece più discreti, con sfumature cenere o glacé.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso