LOVE TIPS 23 Ottobre Ott 2013 1559 23 ottobre 2013

4 mosse vincenti per il primo appuntamento

Look, location, argomenti di conversazione. Le regole per lasciare il segno.

  • ...
Il primo appuntamento edeve essere affrontato con serenità, lasciando da parte l'ansia.

Il primo appuntamento edeve essere affrontato con serenità, lasciando da parte l'ansia.

Labbra tormentate da morsi nervosi. Espressione interrogativa davanti all'armadio stracolmo di abiti. Stomaco chiuso da ore. E manicure messa a dura prova dal ticchettio delle unghie sul comodino. Ecco, i classici segnali da primo appuntamento ci sono tutti. Ma come, dopo mesi di attesa è giunta l'ora del romantico tête-à-tête con il partner dei vostri sogni, e voi volete farvi fregare dall'agitazione? Certo che no.
UNA SERATA DA FAVOLA
Questa uscita è come il debutto a teatro. Un ciak che non si può ripetere. Il sipario non può calare senza applauso. I ricorsi in appello non sono ammessi. Tutto deve andare alla perfezione. Come da manuale. Non c'è spazio per gli errori. Bene, allora tenete a mente poche, semplici mosse. Per far si che la serata sia da...favola.

1. NON ANDATE CONTRO LA VOSTRA PERSONALITÁ: gioca un ruolo importante. È il biglietto da visita. Che mette in mostra il lato fisico. Quello che strega l'occhio. Almeno all'inizio. Non stravolgete, però, la vostra personalità. Essere sexy va bene, ma senza scadere nella volgarità e nell'eccesso. Optate per un outfit che vi faccia essere eleganti e a vostro agio.

2. BANDITI I LUOGHI ROMANTICI: solitamente è l'uomo che sceglie il locale nel quale conoscersi meglio. Se il luogo non dovesse incontrare il vostro gusto, evitate le critiche. Piuttosto, alla seconda uscita, selezionate voi il ristorante. Banditi i posti eccessivamente affollati, così come quelli rumorosi, dove la possibilità di colloquiare è scarsa. Semaforo rosso – udite, udite – anche a luoghi iper romantici: l'uomo vuole condurre il gioco. Lasciateglielo credere. E giocate d'astuzia. Senza cadere in atteggiamenti melensi. Tenete a mente che, secondo il prestigioso quotidiano tedesco Bild, l'epoca dell'invito a prendere un caffè, è tramontata perchè costringerebbe all'imbarazzo dello stare seduti, magari uno di fronte all'altra, senza sapere cosa dirsi. Molto meglio una passeggiata, che offrirebbe molti più spunti per una conversazione. Quanto, poi, a chi spetti pagare il conto dell'uscita, la rivista non ha dubbi: l'uomo deve accollarsi le spese, ma solo al primo incontro, per non incappare nell'equivoco che, pagando, si pretenda qualcosa dall'altra persona.


3. STOP AI MONOLOGHI: uno dei momenti più attesi. Quello in cui ci si conosce meglio. Alt. Niente monologhi e discorsi noiosi. A lui non interessa sapere perché abbiate litigato con mamma e amiche. Dimenticatevi anche l'argomento 'ex': una filippica sulle vostre storie finite male lo farà scappare a gambe levate. Adottate, invece, la tecnica dell'ascolto. E, se proprio siete a corto di idee, affidatevi, ancora una volta, alla rivista tedesca, che suggerisce di optare per topic piacevoli e meno intimi: parlare delle proprie passioni potrebbe aiutare a scoprire qualche interesse in comune. Medesimo discorso per l'ultima vacanza, il libro che si sta leggendo, il film visto di recente al cinema o la musica preferita.

4. SILENZIO STAMPA PER ALMENO DUE GIORNI
A fine serata, rotolandovi tra le lenzuola, ripenserete ad ogni istante trascorsa assieme a lui. Ma l'euforia lascerà presto spazio a un nuovo (e diffusissimo) interrogativo: quando farsi risentire? Meglio inviare un sms? Bild suggerisce di far passare almeno due giorni. Per far si che l'altro vi desideri. E non capisca di avervi in pugno. Attesa è la parola chiave anche per quanto riguarda il bacio: evitate di lasciarvi andare alla passione durante il primo appuntamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso