Ricominciare 8 Ottobre Ott 2013 1229 08 ottobre 2013

Oltre la mastectomia

Parola d'ordine: prevenzione. Lo sanno bene Anastacia, Angelina Jolie, Giuliana Rancic che ora lanciano un messaggio di speranza.

  • ...
Anastacia

Anastacia. La cantante americana nel mese della lotta contro il tumore il seno ha annunciato di essersi sottoposta a una mastectomia. (Ansa)


Ottobre, il mese della lotta contro il tumore al seno. E da una diva dello star system internazionale arriva una confessione intima e dolorosa, ma fatta con il desiderio di regalare una speranza a tutti coloro che come lei stanno lottando da anni contro questo male terribile. La cantante Anastacia ha reso noto di aver subito un nuovo intervento dopo che lo scorso febbraio le era stato diagnosticato un altro tumore alla mammella. Questa volta si è trattato di doppia mastectomia, l'asportazione di entrambi i seni.
L'IMPORTANZA DI UNA DIAGNOSI PRECOCE
«Il mese della consapevolezza del cancro al seno offre a tutti quelli che stanno affrontando questo male una possibilità di ottenere forza e supportarsi l'un con l'altro. La diagnosi precoce mi ha salvato la vita due volte. Continuerò la battaglia e a diffondere la mia voce in ogni modo che potrò», ha dichiarato l'interprete di hit di successo come I'm Outta Love o One day in your life.
DOPPIA MASTECTOMIA CURATIVA
Era il 2003 quando la star subì il primo intervento e cicli di radioterapia che sembravano aver avuto la meglio sul carcinoma. Poi la notizia della recidività della malattia. E la scelta, sempre più in voga, di sottoporsi  a una doppia mastectomia. Anastasia non è, infatti, l’unica star ad aver preso questa difficile decisione: a sottoporsi a tale operazione anche la produttrice discografica e personaggio televisivo, Sharon Osborne; la fondatrice delle Pussycat Dolls, Christina Applegate; la giornalista italo-americana, Giuliana Rancic; e l’attrice Premio Oscar del film Misery non deve morire, Kathy Bates.
IL CASO MEDIATICO ANGELINA JOLIE
Ma il caso più noto alle cronache è quello di Angelina Jolie, che si è fatta asportare entrambi i seni dopo aver scoperto di avere una predisposizione genetica alla malattia: si trattava del cancerogeno Brca1, un gene per cui si ha quasi il 90% di possibilità di sviluppare il tumore al seno e il 50% di prendere quello ovarico. A preoccupare la star anche i pericolosi precedenti in famiglia: la zia della Jolie, Debbie Bertrand, è morta per un tumore al seno nel 2013. Mentre sua madre, Marcheline Bertrand, è deceduta nel 2007 per un cancro alle ovaie.




Naomi Campbell e Claudia Schiffer, testimonial della campagna di prevenzione del tumore al seno, con la borsa di Tommy Hilfigher.


PREVENZIONE PER DEBELLARE IL MALE
E se Anastasia, quindi, ha incoraggiato le donne a combattere contro questo male, senza paura, rimuovendo anche quella parte del suo corpo tanto simbolica per la femminilità e la sensualità una volta diagnosticato il tumore, la Jolie ha fatto un passo in più: ha mostrato che la prevenzione è un passo obbligato e necessario per debellare questo male. Non a caso il medico dell'attrice americana, Kristi Funk, sul Los Angeles Magazine ha lodato la propria paziente così: «Angelina Jolie ha fatto un atto di coraggio meditato e generoso» per tutte le donne. Perché è questa la lezione data dalle star: curare si può, ma prevenire si deve.
LA MODA SI TINGE DI ROSA E FA DEL BENE
E nel contempo, ecco alcune iniziative che proprio in occasione del mese della lotta contro il tumore si tingono di rosa e aiutano a sensibilizzare le donne sull’importanza della prevenzione del tumore al seno. Particolare attenzione è arrivata dal fashion system che ha creato accessori e capi d'abbigliamento in limited edition, il cui ricavato verrà interamente devoluto alla ricerca. Tra questi, Tommy Hilfiger che, con la partecipazione delle storiche top model Naomi Campbell e Claudia Schiffer, ha messo in vendita una borsa a sostegno di Breast Health International, la fondazione non-profit operante a supporto della ricerca contro il cancro al seno. Il prezzo? 299 euro e per ogni borsa 100 euro verranno devoluti direttamente a questa iniziativa benefica. Per sostenere le donne e la loro salute, non rinunciando a un tocco di classe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso