SKINCARE 24 Settembre Set 2013 0648 24 settembre 2013

Pelle al cambio di stagione

Prepara il corpo all’autunno. Con creme ultraprotettive. E trattamenti d’urto.

  • ...
73828013

Skincare. La pelle con l'autunno necessita di trattamenti nutrienti per preservarsi dal freddo dell'inverno. (Thinkstock)

Getty Images/Image Source - (c) Image Source

Anche se l’inizio dell’autunno riserva ancora qualche bella giornata di sole, è ormai tempo di pensare a come preparare la pelle ai primi freddi. Da alcuni anni, infatti, i cambi di stagione diventano sempre più repentini e non lasciano il tempo all’epidermide di attivare i suoi naturali sistemi di difesa, soprattutto se non è più giovanissima.
PROTEZIONE EXTRA
Anzitutto è importante rinforzare il film idrolipidico cutaneo, un mix di acqua e sostanze oleose prodotte dalla pelle che costituisce una barriera nei confronti di tutti gli agenti ambientali e provvede a mantenere il giusta grado di idratazione. Per ottenere risultati ottimali, però, occorre anche tenere sotto controllo la produzione di radicali liberi, che gli sbalzi di temperatura e le sostanze inquinanti fanno impennare.
COMETICI AD ALTO CONTENUTO DI OLI
Le creme più adatte a questo periodo hanno formule ricche di oli, come quelli di ibisco, d’oliva e di avocado, che nutrono la pelle in profondità e al tempo stesso svolgono un’azione rivitalizzante. Inoltre hanno il vantaggio di essere altamente compatibili con i lipidi che la pelle sintetizza naturalmente. Oltre che nutrita, la pelle va anche dissetata.  E l’acido ialuronico è il principi attivo che assolve al meglio questa funzione.
INTEGRATORI ANTIOSSIDANTI
Gli effetti dei cosmetici si possono potenziare assumendo integratori specifici per almeno 4-6 volte. «L’ultima novità arriva dal Tibet: si tratta del succo di goji, un frutto dalla eccezionali virtù antiossidanti e antietà», spiega Sara Pratelli, titolare dell’erboristeria Ape Regina di Milano. Anche il frutto di mangostano, originario delle Molucche è in grado di neutralizzare i radicali liberi. Nella scala Orac, elaborata dal dipartimento americano dell’agricoltura per quantificare le proprietà antiossidanti dei vegetali, entrambi sono in pole position.
NUTRIRE, IDRATARE, RIVITALIZZARE
Le pelli più sensibili ai cambiamenti di stagione sono quelle delle over 45. In questo periodo, quindi, necessitano di un trattamento rivitalizzante intensivo. E il laser è lo strumento d’elezione. Da anni usato nei medical beauty center, è un apparecchio molto versatile e che si evolve rapidamente. L’ultima versione riservata all’estetica è Citolift a radiazioni infrarosse che agisce in sinergia con molecole idratanti e nutrienti, aumentando la sintesi di acido ialuronico e fibre elastiche. «Fin dalla prima seduta la pelle appare più liscia e compatta, ma il risultato ottimale si ottiene dopo 8-10 trattamenti, a distanza di una settimana l’uno dall’altro», afferma Viviana Paris, specialista in medicina estetica a Bologna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso