CI PIACE CURVY 12 Settembre Set 2013 0721 12 settembre 2013

L’outfit giusto per non sbagliare un colpo ( o fare colpo)!

L'abito, gli accessori e il trucco giuto per ogni occasione. Dal colloquio di lavoro al primo appuntamento con lui.

  • ...
matrimonio

Per un matrimonio sì a un abito grigio o verde, no al bianco.

L’abito non fa il monaco, sarà anche vero, ma per ogni occasione c’è la mise giusta. Non è necessari seguire i dettami della moda o rigorose scelte di stile imposte da chissà quale vademecum, l’importante è seguire qualche dritta per essere all’altezza della situazione.
QUALE CRITERIO ADOTTARE
Chissà quante volte ci siamo trovate davanti all’armadio con espressione confusa. Houston abbiamo un problema: cosa mi metto? Dipende da cosa dobbiamo fare, dove dobbiamo andare, con chi dobbiamo stare e cosa vogliamo ottenere (questa è facoltativa). Settembre è un mese davvero particolare: si sposano in molti, si ricomincia a lavorare o a cercare un impiego (opzione più quotata di questi tempi) e ci si innamora. Insomma, c’è linfa nuova.
AL MATRIMONIO DELL'AMICA
«Prima regola da seguire per le invitate al matrimonio: mai in bianco o con abiti che ricordano la prima comunione, sembrereste una mega bomboniera!»,  parola di Dona F., personal Shopper ed esperta di moda plus size.
«Consiglierei il grigio ghiaccio, il verde smeraldo e il blu china, molto di moda nella stagione alle porte. Eviterei i colori sorbetto e preferirei linee svasate e morbide: sarete impegnate per minimo cinque-sei ore, serve comodità. Ai piedi evitate il sandalo con il tacco a spillo e preferite un plateau o un tacco ben strutturato e largo, anche alto, ma stabile. Vade retro ai cinturini alla caviglia».
OCCHIO ALLA BORSA
E con la borsa come ci si orienta? Sappiamo che alle cerimonie non si indossano le nostre tanto amate maxi bags, ma sappiamo anche, come ci hanno ripetuto alla nausea che la borsa piccola non si bilancia bene con le forme generose, anzi, le accentua. «La soluzione è trovare una maxi clutch o un bauletto, magari anche vintage, da sostituire alla mini pochette» suggerisce Dona F.
AL PRIMO APPUNTAMENTO CON LUI
L’impresa, in questo caso, è fare colpo senza strafare. «Se l’uscita è un invito a cena, o un incontro romantico, opterei per un minidress al ginocchio, in jersey, con inserti in pizzo, scollatura a V, non troppo generosa: sensuale, ma che non lasci intravedere troppo», consiglia Dona F. Se l’appuntamento è per il pomeriggio, invece, meglio optare per un jeans skinny ( sì, nessun problema, stanno molto bene anche alle curvy!), abbinato ad una blusa modello camicia in lino e macramè con cintura in cuoio sul punto vita e zeppa coloniale: country-chic!
AL COLLOQUIO DI LAVORO
Avete un colloquio di lavoro, e di questi tempi è già un miraggio, una ragione in più per non sbagliare, anche in tema di look. Prima di tutto bisogna scegliere i colori appropriati: blu, grigio, nero e i toni del sabbia. Via libera al tailleur, classico ed intramontabile o il tubino al ginocchio. Evitate trasparenze o scollature profonde. Se l’ambiente è meno informale potete preferire anche camice dai toni più accesi purché bilanciati ad un pantalone, ad esempio in cotone, tinta unita, suggerisce la personal shopper.
Vien da sé che se il colloquio di lavoro è in un’azienda di creativi, potete anche esprimere la vostra estrosità con maggior libertà: una borsa molto capiente, a mano, e un porta cv che non stropicci i nostri documenti. Un foulard al collo con fiocco morbido è perfetto e conferisce molto charme e rigore.
IL TRUCCO NATURALE E IL PROFUMO OK
Ora che sappiamo come vestirci non ci resta che metterci un filo di trucco, naturale per tutte e tre le occasioni, e poche gocce di profumo, senza lasciare la scia stucchevole di vaniglia e cardamomo nell’ufficio del futuro capo. A proposito, ricordate di gettare la gomma da masticare prima di entrare e raccontarvi al Direttore. Altrimenti ogni suggerimento sull’outfit perfetto sarebbe vano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso