BEAUTY TIPS 10 Settembre Set 2013 0644 10 settembre 2013

Cellulite, una sfida ancora aperta

Dalle creme al fitness. Per tenere a bada la buccia d'arancia. Anche in autunno.

  • ...
Buccia d'arancia.

Buccia d'arancia. Anche in autunno occorre curare il proprio corpo con cosmetici e attività fisica per contrastare la cellulite. (Thinkstock)

Getty Images/iStockphoto

Sarà anche finita l’estate. Sarà anche finito il tempo di sfoggiare  corpi nudi e bikini da urlo, ma non è finito il tempo della battaglia contro la cellulite. Una lotta a colpi di creme, gel, fanghi e massaggi che magari non potrà sconfiggere del tutto il temuto nemico, ma almeno lo terrà sotto scacco. Non è ancora il momento di 'rivestirsi' completamente: grazie alle previsioni meteo promettenti, per tutto il mese di settembre potremo continuare a indossare gonne leggere, shorts per le più giovani e canotte che mettono in risalto la pelle ambrata.
SVEGLIA IL METABOLISMO
La cellulite non è altro che un forte ristagno di liquidi nei tessuti: le cellule grasse hanno la tendenza a riempirsi di tossine che ne dilatano il volume con il risultato di ritrovarsi la fastidiosa sensazione della pelle a buccia d’arancia. C’è un solo modo per contrastarla: riattivare il metabolismo cellulare momentaneamente sopito. E quale momento migliore se non il rientro dalle vacanze, quando ci si sente già più in forma grazie all’attività all’aria aperta praticata per parecchi giorni e all’abbronzatura che ci regala un’aria sana.
BASTA POCO TEMPO
Certo, magari non si dispone di tutto il tempo che si aveva in vacanza, ma non occorre passare ore a massaggiare un prodotto anticellulite su cosce e glutei, quello che prima delle ferie era indispensabile fare due volte al giorno per un effetto urto, oggi si può ridurre a qualche minuto prima di coricarsi, alla fine della giornata. Quasi fosse una sorta di 'dieta di mantenimento'.
DUE VIE D’USCITA
Le strade sono due: se ci ha regalato tante soddisfazioni, si può continuare con il cosmetico scelto prima dell’estate. Se invece la sua texture oggi risultata essere troppo ricca e quindi di difficile assorbimento, si può optare per sieri, mousse o gel che richiedono certamente un minore impegno. Ma ciò non significa che un prodotto vale l’altro: è importante leggere i bugiardini dei cosmetici (o farsi consigliare da beauty assistant, farmacisti o erboristi) e assicurarsi che all’interno dei prodotti vi siano molecole di aminoacidi che agiscono sulla membrana cellulare aumentando il drenaggio. Può capitare però che la cellulite sia più evidente, a questo punto, è richiesta la presenza di ingredienti come la fosfatidilcolina che “traghettano” più in profondità gli attivi snellenti e liporiducenti e l’effetto è come un massaggio che aiuta a espellere le tossine responsabili del rigonfiamento delle cellule.
MEGLIO AGIRE DI NOTTE 
Il consiglio di applicare il prodotto prima di andare a dormire non è casuale: la notte infatti è il momento ideale per un aiuto in più al nostro organismo perché è durante il sonno che la pelle è maggiormente ricettiva ai principi attivi presenti nei trattamenti cosmetici e ha molto più tempo per agire. In ogni caso, un solo fattore è davvero indispensabile per sconfiggere la cellulite, e non stiamo parlando di creme, fanghi o massaggi. Ma di tanta, tanta costanza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso