CI PIACE CURVY 1 Agosto Ago 2013 1054 01 agosto 2013

Quando i chili in più disturbano una storia d'amore

Bisogna credere nella nostra capacità di amare. E di essere amate. Chili a parte.

  • ...
cuore

La relazione passa sempre attraverso la stima e la suicurezza in se stesse.

Gines Valera Marin

Flirt estivi, storie che durano come un doppio cono con panna al sole o matrimoni. L’amore nella vita di una donna (ma anche di un uomo, diamoglielo questo beneficio del dubbio) è un tassello che pesa, eccome. Quando a condizionare le scelte, l’approccio e la sessualità è proprio il peso la faccenda si complica, soprattutto a livello psicologico.
SE LUI AMA LE CURVE GENEROSE
Gioco facile se, fortuna vuole, ci si innamora, o si capita di vivere un’avventura, con un “cultore del morbido”. Solitamente questo succede, care curvy girls se vi piacete e anche molto. Date l’impressione di essere una dea, una bimba sexy. È il classico ragazzo che ama l’abbondanza, i corpi torniti e i seni abbondanti, quello che non ti dirà mai: Amore mettiti a dieta che hai il rotolone, ma anzi chiede rassicurazioni su un tuo eventuale desiderio di perdere quattro chili: Non è che poi ti scompare il davanzale vero?
Lo dice anche Debora da Lissone, una giovane ragazza curvy dal sorriso contagioso: «Le mie curve abbondanti sono sempre state un’arma a mio favore, i ragazzi con cui sono stata le adoravano, pensa che uno mi ha lasciata perché gli piacevano solo quelle, ma caratterialmente ci scontravamo. Non ho mai avuto problemi con l’altro sesso a causa del peso. Senza volerlo attraggo solo quelli che amano le rotondità. Bellissimo così!».
CREDERE DI PIÙ IN NOI STESSE
Spesso non si riesce a cogliere il potenziale dei nostri fisici, si pensa che il mondo possa essere attratto solo da fisici mozzafiato, slanciati e snelli. A questo punto si fermerebbe la procreazione e l’universo finirebbe tra due ore. La percezione che si ha di noi stesse è talvolta sbagliata, credendosi brutte si finisce per esserlo. Lo sostengono in molte in rete, come Serena da Milano: «Per anni ho creduto di essere molto più oltre misura di ciò che ero. I ragazzi erano interessati, mi facevano i complimenti ma io ero sempre sola. Il problema era mio, non credevo che qualcuno potesse essere realmente attratto da me, mi sentivo brutta. Poi qualcosa è cambiato, forse sono cresciuta e basta».
Anche Sandra, mamma genovese di una ragazza di 19 anni dice di esser stata sempre corteggiata nonostante fosse “ciccia” e di come: «Mi stupii tantissimo nel ricevere una proposta dal più figo del quartiere. È lo stesso stupore che ho perché continua a scegliermi!».
QUANDO I CHILI SONO UN PROBLEMA
Le zone d’ombra nascono quando il peso e i chili in più condizionano la vita sentimentale e mettono a repentaglio la serenità emotiva. Anche in questo aspetto fondamentale per la vita sentimentale della donna, l’ago della bilancia, non quello effettivo, lo fa l’autostima. Chi si piace molto troverà colui che apprezza, anche dopo un periodo di rodaggio, quando le curve accendono la libido. Lo dice bene Michela, fantastica brianzola: «La mia storia nasce da notti di puro sesso. Sono sempre stata apprezzata fisicamente da lui, avevamo incontri fissi, divertenti, ma nulla di impegnativo. Attrazione sotto le lenzuola che ora, guarda il caso, si sta trasformando in convivenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso