ESTATE 15 Luglio Lug 2013 1121 15 luglio 2013

In spiaggia come in beauty farm

Acqua marina e sabbia sotto il sole. Sono preziosi alleati. Di bellezza.

  • ...
Al mare come in beauty farm.

Al mare come in beauty farm. In spiaggia, con pochi e semplici consigli, si può ottenere risultati da beauty farm. (Thinkstock)

Getty Images/iStockphoto

Elementi classici nella scenografia delle vacanze, l’acqua marina e la sabbia si rivelano risorse preziose per il benessere. «Un bagno di 20 minuti ha uno spiccato effetto drenante perché il cloruro di sodio richiama all’esterno i liquidi dell’organismo. Le sabbiature calde, praticate nei centri idonei, invece, svolgono un’efficace azione antidolorifica e detossinante», afferma Alberto Massirone, specialista in idrologia e direttore della scuola di medicina estetica Agorà di Milano. Ma questo è solo il punto di partenza: l’acqua marina e la sabbia hanno potenzialità straordinarie.
GOMMAGE NATURALE
Una polvere minerale arricchita di cloruro di sodio e oligoelementi filtrati dal mare. La composizione della sabbia funziona perfettamente come gommage, da offrirsi di prima mattina, per favorire un’abbronzatura luminosa. Basta bagnarsi in mare, poi stendersi sulla spiaggia facendo aderire i granelli sulla pelle; quindi picchiettare i palmi su tutto il corpo senza strofinare; infine sciacquarsi sotto la doccia e stendere una crema solare ad alto o medio indice di protezione (dopo il gommage la pelle diventa più sensibile).
UN ISTINTO LUDICO CHE GENERA BENESSERE
Anche giocare tra le onde sulla battigia, dove l’acqua è più calda, può essere considerato un trattamento di bellezza. Quando l’acqua raggiunge i 30 gradi, infatti, la pelle assorbe meglio sia il cloruro di sodio sia gli oligoelementi dagli effetti rigeneranti di cui è ricca. Ma l’istinto ludico si libera soprattutto manipolando la sabbia: se il gesto istintivo di farla scorrere tra le dita induce alla calma, impastarla e plasmarla stimola l’immaginazione e libera la mente da pensieri negativi. La conferma scientifica arriva dalla 'sand play therapy', psicoterapia che, attraverso la manipolazione della sabbia, permette all’analista di entrare in contatto con gli strati più profondi dell’inconscio.
FITNESS IN RIVA AL MARE
L’aria salmastra, satura di iodio e iper ossigenata, migliora la funzionalità dell’apparato respiratorio. Per questo, durante qualsiasi tipo di attività fisica si avverte meno la fatica. Nell’acqua salata, poi, i movimenti sono più sciolti, anche se l’impegno muscolare aumenta di un terzo rispetto a quello richiesto sulla terraferma.
BENEFICHE PASSEGGIATE
Ma basta camminare a piedi nudi lungo la battigia per favorire la circolazione, mantenere i piedi agili, migliorare il portamento, la coordinazione dei movimenti e l’equilibrio. Il tutto mentre si brucia un buon numero di calorie (330 calorie in un’ora, contro le 250 consumate passeggiando su una superficie piana). È importante, però, fare attenzione all’appoggio del piede sul terreno: deve essere totale, coinvolgendo tallone, pianta, punta delle dita.
LINEA SNELLA E PELLE IDRATATA
Grazie alla presenza di un’elevata percentuale di sale e di iodio, l’acqua di mare contribuisce a snellire la silhouette e a tonificare l’epidermide, ma non va lasciata evaporare sul corpo, altrimenti accentua l’inaridimento provocato dai raggi solari. La contromossa: dopo il bagno fare subito la doccia, asciugarsi e applicare il solare, la cui formula è sempre arricchita con sostanze altamente idratanti. Per potenziare l’azione modellante dell’acqua marina, alla sera, si può utilizzare un prodotto specifico, rassodante o anti cellulite.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso