RICERCA 11 Luglio Lug 2013 0948 11 luglio 2013

Il feto sente le emozioni della mamma

Vive lo stress come la gioia. Grazie alla placenta. Lo dice uno studio tedesco.

  • ...
Il feto, benché ovattato, percepisce il mondo che lo circonda.

Il feto percepisce il mondo che lo circonda attraverso la placenta.

Stress, felicità, nervosismo, gioia. Quante emozioni. Ma il feto riesce a percepire i sentimenti che prova la mamma? Molti scienziati sono certi che sia così.
IL FETO CONNESSO CON LA MAMMA
Uno studio condotto  da un istituto specializzato nella medicina e psicologia prenatale a Heidelberg, in Germania, ha scoperto che il feto, pur crescendo all'interno dell'ambiente protetto e ovattato dell'utero, sente ciò che accade nel mondo esterno e percepisce i sentimenti e le emozioni della mamma.
IN CONNESSIONE GRAZIE ALLA PLACENTA
Ludwig Janus, responsabile dell'Istituto tedesco, sostiene che attraverso la placenta, il feto riesca a sentire i sapori legati al cibo che la mamma ha mangiato, così come lo stress o il benessere: «L’utero è un ambiente protetto, ma il feto non si sente per niente fuori dal mondo. Ciò significa che il bimbo, nel pancione, partecipa alla vita della mamma, sente l'ambiente nel quale nascerà».
L'ANSIA DELLE FUTURE MAMME
Una consapevolezza affascinante che, però, può diventare anche fonte di stress. Molte donne in dolce attesa si chiedono: il feto sente davvero proprio tutto quello che provo? E sentirà i miei dubbi, le mie preoccupazioni e le mie necessità, la mia frenesia? Che cosa devo fare perché stia bene?
L'isituto tedesco ha sottolineato il nascituro non viene solo nutrito, l’organismo materno gli passa anche un sacco di informazioni: la placenta trasmette al bimbo i messaggeri delle sensazioni, gli ormoni. Se, per esempio, la futura mamma è stressata, il livello di cortisolo aumenta. Gli scienziati lo hanno potuto rilevare da misurazioni del sangue del cordone ombelicale: con un ritardo di poche pulsazioni, il livello di stress elevato raggiunge anche il feto.
IL FETO PARTECIPA ALLE EMOZIONI DELLA MAMMA
Allo stress, i bambini nel pancione reagiscono in modo diverso: alcuni si agitano, i movimenti sono nervosi, altri si fanno piccoli piccoli, portano gambe e braccia vicinissime al corpo. Ma il bimbo partecipa anche alle sensazioni positive della mamma: le endorfine e gli altri ormoni della felicità arrivano al piccolo non appena la mamma si rilassa, è contenta e felice.
Ricercatori hanno misurato i flussi cerebrali dei nascituri (alla 20esima settimana) quando la mamma immaginava una situazione particolarmente piacevole: ebbene, è risultato che le oscillazioni delle curve si facevano sempre più piccole e che quindi il bimbo era in grado di godere dei pensieri positivi della mamma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso