BEAUTY TIPS 8 Luglio Lug 2013 0955 08 luglio 2013

Sole, tutto ciò che devi sapere

I raggi UV provocano reazioni inaspettate. Conoscerne gli effetti aiuta. A scongiurare i rischi.

  • ...
Sole.

Sole. Il sole può avere molti effetti benefici sulla forma fisica ed estetica, ma può anche essere pericoloso: occorre quindi conoscere bene gli effetti dei raggi Uv. (Thinkstock)

Getty Images/iStockphoto

Da anni sotto esame e oggetto di innumerevoli studi, i raggi ultravioletti hanno proprietà straordinarie, per esempio, favoriscono la formazione della vitamina D e stimolano la sintesi di endorfine, dette molecole del buonumore. Ma possono anche provocare seri danni alla pelle. È noto, infatti, che sono tra i principali responsabili del precoce invecchiamento cutaneo. Tuttavia, è possibile trarre i massimi benefici dal sole senza rischiare la pelle. Basta conoscere la sua potenza, valutarne gli effetti e prendere i provvedimenti adeguati. A questo proposito, forse, non tutti sanno che…
L’ACQUA NON È UNA BARRIERA
Sembra incredibile, ma l’acqua non è in grado di bloccare i raggi UV, se non oltre il metro di profondità. In più, a causa del riverbero sulla superficie, li potenzia del 5 per cento. Per non correre il rischio di scottarsi, quindi, prima di una lunga nuotata conviene 'equipaggiare' la pelle in modo adeguato, con solari waterproof e ad alto indice di protezione.
ANCHE LA PELLE GRASSA INARIDISCE
Sotto lo stimolo dei raggi solari, la pelle oleosa reagisce in modo anomalo, a causa di un’alterata produzione di sebo: mentre lo strato cutaneo più superficiale diventa lucido, quelli profondi si disidratano. Perché l’epidermide mantenga un buon equilibrio idrico, è consigliabile utilizzare solari specifici, arricchiti con sostanze sebo regolatrici.
MEGLIO IL SOLARE DELLA T-SHIRT
Il potere schermante di un tessuto che lascia filtrare la luce difficilmente è superiore a 30, anche se è bianco (i colori chiari respingono i raggi UV, mentre quelli scuri li incamerano). Una maglietta leggera, quindi, protegge meno di un solare SPF 50 o 50+, indispensabile soprattutto se la pelle è sensibile e durante i primi giorni di vacanza.
L’EPIDERMIDE HA BISOGNO DI LUCE
Numerosi e approfonditi studi confermano che prendere il sole, a piccolissime dosi e con un’adeguata protezione, rinforza l’epidermide. Una svolta rispetto ai passati allarmismi, indubbiamente favorita dai solari di ultima generazione, che aiutano a calibrare le dosi di radiazioni e forniscono una protezione adeguata e ad ampio spettro.
GLI UV AIUTANO A DIMAGRIRE
L’effetto ottico dell’abbronzatura slancia la silhouette e la fa sembrare più snella, ma il sole ha un’influenza molto più sostanziale sulla forma fisica: sprona sia il metabolismo dei grassi, accelerandone l’eliminazione, sia quello dei carboidrati, da cui dipendono il rendimento muscolare e una buona funzionalità respiratoria. Inoltre agisce sul sistema neurovegetativo, predisponendo all’attività fisica come dopo un riposo ristoratore. Vale la pena di sfruttare la situazione e adottare l’abitudine californiana di allenarsi in spiaggia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso