BEAUTY STYLE 25 Giugno Giu 2013 0947 25 giugno 2013

Il make up c'è (anche) sotto gli occhiali

Per una bellezza da diva, il trucco deve essere sempre perfetto. Il consigli di Paolo Pinna, esperto.

  • ...
Make up.

Make up. Il make up è perfetto anche sotto gli occhiali da sole. (Thinkstock)

Getty Images/iStockphoto

Sharon Stone ha dichiarato che senza occhiali da sole e rossetto non uscirebbe mai di casa, neanche per prendere un caffè al bar sotto casa. Prendiamo spunto delle star per interpretare il look tipico degli Anni Sessanta quando a farla da padrone erano proprio occhiali da sole con montature big size e labbra accese. Ma come ci si trucca e si dà risalto al viso, se gli occhiali ne coprono la gran parte? Abbiamo chiesto consiglio a Paolo Pinna, esperto make up artist che ci ha spiegato come sentirsi dive senza rinunciare al trucco.
SGUARDO SEMPRE IN ORDINE
«Purtroppo l'occhiale da sole, per quanto renda un outfit accattivante e molto sexy, copre la maggior parte del nostro viso, soprattutto se si tratta di montature in stile Jacky Kennedy, tonde ed enormi da coprire persino le sopracciglia», spiega l'esperto. In ogni caso il make up va sempre curato nei dettagli, anche quando non si vede. Sopracciglia sempre in ordine e mai senza mascara, «perché quando si gira la testa di profilo le ciglia si devono notare, ecco perché occorre truccarle al meglio e rendere l'occhio importante anche con una linea di eyeliner o kajal nero, proprio come le donne d'altri tempi». Anche perché ci sarà pure un momento della giornata in cui toglieremo i nostri magnifici occhiali da sole!
FARD ROSATI E LABBRA VIVACI
Seguendo i consigli dell'esperto sono poche e semplici le mosse da seguire per adottare il tipico stile Jacky 'O. «Se gli occhi restano coperti allora gli zigomi e le labbra devono per forza essere in primo piano: per i primi i fard o i blush devono richiamare il rossore delle guance al naturale, proprio come dopo una bella giornata di sole passata all'aria aperta. Meglio quindi scegliere nuance non troppo vivaci quali il rosa, il beige o l'avorio leggermente dorato. Le labbra hanno invece un gran bisogno di essere ricoperte da tocchi di texture tralucenti, non necessariamente gloss, anche rossetti sono perfetti, l’importante è che siano sfolgoranti».
IERI MAT, OGGI LUMINOSO
Perché se negli Anni Sessanta il make up era caratterizzato da cosmetici mat, pieni e opachi, oggi la parola d’ordine è luminosità. E se per il giorno è meglio optare su un nude look, anche se brillante, per la sera si può osare tranquillamente rossetti perlati, magari color corallo. Per accendere un party in spiaggia, un aperitivo a bordo piscina, oppure una grigliata tra amici, in città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso