HOW TO DO 24 Giugno Giu 2013 1026 24 giugno 2013

Quattro consigli furbi per evitare il mal di tacchi

Passione e tortura, stiletti & Co. vanno indossati con cautela. Per non rischiare dolori alla schiena.

  • ...
Tacchi alti.

Tacchi alti. Meglio non superare i sette centimetri ed evitare la mattina: due consigli preziosi per non avere problemi di schiena.

Non c'è arma di seduzione più efficace di un paio di tacchi. Regalano qualche centimetro in più alla figura e un'immagine sexy e iper femminile. Per molte donne sono una vera passione, ma anche una tortura terribile. La causa? Costringono il corpo a una posizione innaturale, causano squilibri nella postura, rallentano la circolazione sanguigna e creano problemi legati alle articolazioni.
DOLORI AI PIEDI
E così tra il gentil sesso non sono in poche a subire dolori e affaticamento: secondo una ricerca, pubblicata sulla rivista Shine, condotta dal College of Podiatry, 2 mila donne iniziano a sentire male ai piedi dopo solo un'ora sui tacchi. Tanto che il 20% ammette di tornare a casa a piedi nudi dopo una serata in discoteca su stiletti&co.
RIMEDI FURBI
Ecco, allora, che spopolano i rimedi fai da te, come inserire comodi cuscinetti in gel e al silicone sotto la pianta del piede o addirittura plantari da posizionare nella scarpa. Senza contare la soluzione furba e molto in voga di avere sempre a portata di mano delle ballerine pieghevoli da tenere comodamente in  borsetta.
CONSIGLI UTILI
Rock Positano, direttore del Non-Surgical Foot And Ankle Service Hospital for Special Surgery in New York, sempre sulla rivista Shine ha sottolineato alcuni consigli utili pensati per tutte quelle donne che di rinunciare ai tacchi non ci pensano proprio.
Questi alcuni degli atteggiamenti assolutamente da evitare:
1) Non mettete i tacchi di prima mattina. In questa fase della giornata i piedi sono particolarmente gonfi ed è meglio, quindi, indossarli al pomeriggio o alla sera dopo averli lavati con acqua fredda per decongestionarli.
2) Non portate tacchi alti più di sette centimetri per un lungo periodo di tempo. In caso contrario, altrimenti, sedetevi spesso. La misura ideale, infatti, sarebbe quella di cinque centimetri.
3) Non comprate scarpe troppo piccole con i tacchi . Meglio preferire una misura che contenga agevolmente i piedi. Per questo è giusto prendere bene le misure del proprio piede, che continua a cambiare, soprattutto dopo la gravidanza.
4) Cercate di evitare i sandali con il tacco a spillo e cinturini molto stretti intorno al piede o alla caviglia: alla lunga possono causare problemi posturali. Meglio preferire le zeppe, un modello che rappresenta una valida alternativa ai tacchi e che offre sostegno al piede.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso