A LETTO 17 Giugno Giu 2013 1029 17 giugno 2013

Sesso, le donne mentono di più

Per uniformarsi e non sembrare troppo disinibite. Lo dice una ricerca Usa.

  • ...
Le donne vogliono restituire un'immagine pura e casta di loro stesse.

Le donne spesso mentono in tema di sesso perché vogliono restituire un'immagine pura e casta.

Sesso e bugie: a quanto pare questi due temi vanno a braccetto. Quando si inizia a parlare di argomenti erotici, la verità passa in secondo piano. Lo sostiene una ricerca condotta dal professore di psicologia Terri Fisher della Ohio State University, che ha monitorato un campione di studenti universitari e, con l'uso di macchine della verità e altri strumenti, ha osservato come si comportano quando parlano di sesso.
SESSO, UN POPOLO DI BUGIARDI
I risultati sono sorprendenti.
 Gli studenti esaminati erano 293 ragazzi tra i 18 e i 25 anni, tutti eterosessuali. Dalla ricerca è emerso che, quando si parla di sesso, siamo tutti bugiardi. Specialmente le donne. «C'è qualcosa di particolare sulla sessualità che porta le persone a interessarsi di più al corrispondere agli stereotipi di genere»,  sostiene il professor Fisher. Insomma, non riusciamo ad essere sincere sulla nostra vita sotto le lenzuola perchè sentiamo di dover adeguarci a luoghi comuni.
LE DONNE MENTONO DI PIÙ
Così, le donne dicono di aver avuto meno partner sessuali di quanti, in realtà, ne hanno avuti, di aver perso la verginità più tardi e di aver avuto poche storie da una notte e via. Insomma, il popolo femminile cerca di resitutire un'immagine di sé che sia pura e casta. A sostegno di questa tesi, anche la scrittrice e giornalista Nadia Busato, in arte Nadiolinda, che ha raccolto le frottole più comuni in un libro, 101 bugie che ci raccontiamo in amore e sull'amore.
Ecco le tre più ricorrenti:
1. Si può amare una persona e fare sesso con un'altra. A crederlo, però, è quasi sempre un solo componente della coppia.
2. Il triangolo è sessualmente stimolante. In realtà, comporta una forte dose di stress fisico ed emotivo.
3. La vera passione è incontrollabile ed esplosiva. Invece, no: può essere anche educata o discreta, ed ugualmente intensa.
Nel volume, le bugie sono divise anche per categoria. Per esempio, ci sono le frottole dettate per necessità, racconta l'autrice: «Anche dopo un rifiuto, esiste sempre una seconda chance. Però, pensare che la seconda volta andrà bene, rischia di illuderci). Poi, ci sono quelle opportuniste: «Vale la pena di scambiare il proprio corpo per un lavoro». Tra le bugie emotive o innocenti: «Oggi la verginità non è più un valore. Nella realtà, c'è chi dà ancora molta importanza alla prima volta».
LE BUGIE PORTANO ALL'INFELICITÀ
Busato sostiene che tutte le bugie possono «portare all'infelicità. Abbiamo paura di buttarci, di lasciarci andare. Ognuno ha il suo timore, quello che deve superare attraverso una specie di salto nel vuoto e trattenendo il fiato. Nel libro La nausea, Sartre scrive che mettersi ad amare qualcuno è un'impresa. C'è perfino un momento, al principio, in cui bisogna saltare un precipizio. Se si riflette, non lo si fa».
MENTIAMO PER SALVAGUARDARE I SOGNI
Poi, però, precisa: «Non credo che sia salutare imporsi di essere sinceri a tutti i costi. Anzi, trovo che le bugie siano interessanti e che rivelino molto su di noi e sugli altri. E poi tutti mentiamo, ne sono convinta. Ma lo facciamo per salvaguardare i nostri sogni e la nostra fede in un futuro di felicità, personale e di coppia. Perciò impariamo anche ad andare oltre e a trovare, dietro certe bugie, l'ideale, il sogno o la bellezza che intendono salvaguardare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso