BELLEZZA 10 Giugno Giu 2013 0826 10 giugno 2013

La cosmetica (ri)punta sul verde

Estratti vegetali nelle formule e certificazioni bio. Per garantire i risultati. E il rispetto dell’ambiente.

  • ...
Cosmetica green.

Cosmetica green. Spopola la cosmetica green, con estratti vegetali biologici che garantiscono massima efficacia e rispetto dell’ambiente. (Thinkstock)

Getty Images/iStockphoto

Da qualche anno, la cosmetica bio è l’ultima frontiera, il punto di riferimento nel sofisticato mondo dello skin care, che seduce dive del calibro di Madonna, Keira Knightley e Mena Suvari. Formule sempre più ricche di principi attivi vegetali coltivati biologicamente, ma anche metodi di produzione ecosostenibili, sono il fiore all’occhiello di molti laboratori di ricerca. Se in Usa si registra un boom dei trattamenti green, secondo i dati forniti dall’istituto di ricerche di mercato Organic Monitor, in Europa, il fatturato supera i 2 miliardi di euro.
FORMULE CONTROLLATE
Perché un prodotto possa essere definito bio, non basta che contenga derivati vegetali, deve anche superare l’esame di severi enti certificatori esterni incaricati di controllare le varie fasi di produzione, dalla scelta, allo stoccaggio delle materie prime, fino alla lavorazione e al packaging, realizzato con materiali interamente riciclabili. Una filiera che non transige sugli ingredienti utilizzati: gli estratti, gli oli e le essenze che lo compongono devono provenire da coltivazioni biologiche, vietatissima qualsiasi sostanza chimica, dai derivati del petrolio ai siliconi, dai profumi ai coloranti e ai conservanti sintetici.
CONTENUTI DI QUALITÀ
Garantiti almeno al 98 % naturali, i cosmetici bio diffondono la fragranza degli oli essenziali e delle acque floreali e devono i loro colori ai pigmenti vegetali. I conservanti utilizzati, invece, sono gli stessi presenti negli alimenti. Si tratta di formule in apparenza semplici, ma ricchissime sotto il profilo dei  contenuti. Non solo per l’alta percentuale di principi attivi, ma anche perché sottendono impegni volti a salvaguardare l’ambiente e a favorire uno sviluppo sostenibile, evitando l’impiego di piante rare, promuovendo le coltivazioni nei Paesi svantaggiati, adottando metodi produttivi a impatto zero.
EFFICACIA GARANTITA
Scegliere cosmetici bio denota una certa sensibilità nei confronti delle problematiche ambientali, ma anche riguardo la propria pelle. Gli oli essenziali, che costituiscono i loro principi attivi di punta, sono tra le poche sostanze in grado di oltrepassare la barriera epidermica e di agire in profondità; mentre l’assenza di elementi chimici è una garanzia per le pelli sensibili.
OCCHIO ALL’ETICHETTA
Per valutare la naturalità di un cosmetico, è indispensabile leggere la sua composizione. Gli ingredienti sono elencati sulla confezione, in ordine decrescente secondo la concentrazione: i derivati vegetali hanno un termine botanico latino, i componenti chimici un nome tecnico inglese, i coloranti un numero di riferimento.
CERTIFICAZIONI BIO
Solo i cosmetici bio riportano sulla confezione un marchio che ne attesta le caratteristiche. A livello internazionale l’organismo di certificazione più importante è Ecocert, mentre in Italia i due enti più diffusi sono Aiab (associazione italiana per l’agricoltura e la cosmesi bio-ecologica) e Icea (istituto di certificazione etico ambientale). Nella gallery, un’accurata selezione di cosmetici certificati bio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso