SALUTE 29 Maggio Mag 2013 1845 29 maggio 2013

Lo sport che previene il cancro al seno

Grazie alla produzione di ormoni riduce i rischi di sviluppare il tumore. Lo rivela uno studio Usa.

  • ...
Attività fisica.

Prevenzione contro il cancro al seno. Una ricerca americana ha confermato che fare attività fisica aiuta a diminuire i rischi di contrarre il cancro al seno. (Thinkstock)

Getty Images/Wavebreak Media

Riduce il rischio di malattie cardiache, di ipertensione, di diabete e di osteoporosi, ma non solo: combatte l'ansia, lo stress e la depressione. Un'attività fisica di intensità moderata esercita questi e molti altri benefici sulla salute.
Diverse ricerche hanno suggerito anche all'ipotesi che possa svolgere un ruolo preventivo nei confronti del tumore al seno, ma i meccanismi alla base di questo effetto non sono stati ancora ben chiariti.
Oggi un nuovo studio dell'Università del Minnesota, di cui ha dato notizia la rivista Cancer Epidemiology, Biomarkers & Prevention, svela il primo ingranaggio di questi meccanismi, dimostrando che l'esercizio di tipo aerobico influenza il metabolismo degli estrogeni, gli ormoni femminili, portando a un aumento delle molecole che riducono il rischio di sviluppare un cancro al seno.
STUDIO AL FEMMINILE
Per arrivare a questa conclusione Mindy Kurzer e colleghi hanno analizzato la presenza di queste molecole nelle urine di giovani ragazze in buone condizioni di salute abituate a uno stile di vita sedentario, confrontandola con i livelli riscontrati in donne con le stesse caratteristiche, ma cui è stato chiesto di praticare 30 minuti di attività fisica di tipo aerobico, 5 volte alla settimana, per 16 settimane. È stato, così, scoperto che l'attività aerobica favorisce la produzione delle molecole che riducono il rischio di cancro al seno a discapito di quei prodotti del metabolismo degli estrogeni che, invece, lo aumentano.
ESERCIZIO E ALIMENTAZIONE
«L'attività fisica e una dieta sana, equilibrata e non ipercalorica vanno di pari passo nella prevenzione del tumore», spiega a Letteradonna.it Stefano Cascinu, presidente dell'Associazione italiana di oncologia medica (AIOM). «Tramite il rilascio delle endorfine l'attività fisica migliora il tono dell'umore. Inoltre aiuta a controllare la stanchezza cronica di cui spesso soffrono le donne che sono state operate di tumore al seno e attiva vie metaboliche, sicuramente anche modulando il livello e la qualità degli estrogeni».
BENEFICI NON SOLO PER LE DONNE
Dieta e attività fisica non sono, quindi, importanti solo per prevenire il tumore al seno, ma anche per prevenirne la ricomparsa. «Ormai ci sono evidenze abbastanza consolidate per consigliare a tutti, sia donne che uomini, un'attività fisica regolare, ma non troppo intensa», prosegue Cascinu. «Bastano 45 minuti, 1 ora, 3 volte alla settimana». Non c'è nemmeno bisogno di andare per forza in palestra, «va bene anche una passeggiata a ritmo sostenuto».
PROTETTE ANCHE DA ALTRI TUMORI
Scegliere di seguire questo consiglio protegge anche da altri tipi di tumore, come quello al colon. Anche in questo caso i meccanismi non sono stati del tutto chiariti, ma la scienza continua a fare passi in avanti. Il prossimo obiettivo di Kurzer, ad esempio, è quello di capire se i benefici osservati in questo primo studio possono essere ottenuti anche in donne ad alto rischio di cancro al seno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso