COPPIA 23 Maggio Mag 2013 1228 23 maggio 2013

Sesso, quando manca la voglia

Uno studio canadese svela le vere ragioni delle donne. Che però continuano ad amare il partner.

  • ...
Il calo del desiderio viene determinato da diversi fattori, sia fisici sia psichici.

Il calo del desiderio viene determinato da diversi fattori, sia fisici sia psichici.

Stress, routine, lavoro, mancanza di lavoro... Sono tanti i fattori che concorrono al calo della libido. Ma uno studio canadese ha lanciato l'allarme sottolineando che una vita sessuale poco appagante può nascondere ditsurbi più gravi.
LA SESSUALITÀ FA BENE ALL'ORGANISMO
La soddisfazione sotto le lenzuola, infatti, fa bene sia all'organismo sia alla psiche a alla coppia. Secondo Sue McGarvie, la sessuologa che ha elaborato l'analisi, un terzo della metà delle donne nel mondo soffre di calo del desiderio, sintomo che può celare problemi di salute più importanti o e che può perfino essere la causa scatenante di altri. L'esperta ha suddiviso le donne in quattro categorie, in base al loro interesse per il sesso:
- un quarto delle donne non è interessata
- un quarto desidera farlo una o due volte al mese
- un quarto una o due volte la settimana
- le rimanenti tutti i giorni
NESSUN DESIDERIO DI CONTATTO FISICO
McGarvie ha spiegato che le donne non interessate al sesso «non decidono arbitrariamente di negarsi al partner o di rinunciare al sesso e spesso, anzi, ne sono innamorate. Semplicemente non desiderano più un contatto fisico. Il coito è come una pizza: per quanto gustosa, se non hai fame non ti va e basta». Grazie all'analisi è stato anche possibile delinaere l'identikit della donna affetta da calo del desiderio:  ha un lavoro stressante, uno o due figli a cui badare e un corpo spesso magro o scolpito dalla palestra. Molte hanno problemi gastrointestinali, intolleranze alimentari, allergie e altri disturbi psicofisici legati alla stanchezza.
CALO DEL DESIDERIO, TRE SPIEGAZIONI
La sessuologa ha individuato tre possibili cause che spiegherebbero il calo del desiderio:
- ragioni fisiche come disfunzione ormonale, calo delle difese immunitarie e stress
- ragioni emotive o psicologiche come traumi pregressi non superati
- difficoltà nella relazione
IL SESSO PROGRAMMATO SPEGNE LA FANTASIA
Roberto Pani, docente di Psicologia Clinica all'Università di Bologna, specializzato nei temi di sessuologia, ha poi sottolineato che «alcune donne non vogliono fare l'amore alla sola idea che il sesso sia programmato, come una delle tante attività che la aspetta durante la giornata. In un certo senso, venendo a mancare la sorpresa, è come se si spegnesse l'impulso all'eccitazione».
LE MALATTIE ALLONTANANO LA VOGLIA
Si parla poi di motivi che riducono il desiderio legati a una a malattia sessuale o disturbi organici dell'apparato sessuale, che raramente sono coinvolti. «Ci riferiamo ad alcune malattie dell’uno o dell’altro che possono inibire il desiderio», ricorda Pani, «il diabete, la sclerosi multipla e altre malattie neurologiche e vascolari sono le più invalidanti dal punto di vista fisiologico e sessuale. Ma in generale sentire l’altro come corpo malato, sapere che ha una malattia, può spegnere il desiderio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso