RELAZIONI 9 Maggio Mag 2013 1341 09 maggio 2013

I linguaggi dell'amore

Ne esistono cinque. Verbali e non. Se si conosce lo stile del partner, la coppia funziona. Di più.

  • ...
In una relazione non deve mai mancare la comunicazione.

In una relazione non deve mai mancare la comunicazione.

Il detto «gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere» è un modo carino per dire che maschi e femmine parlano lingue diverse. E spesso non si comprendono: i primi sono più diretti e meno complicati, le seconde sono più cerebrali. Solo una diceria? Una vecchia credenza? Probabilmente no. Secondo il terapista di coppia Gary Chapman, autore di The 5 Love Languages: The Secret to Love That Lasts (I cinque linguaggi dell'amore: il segreto per far durare una storia) esistono diversi modi di comunicare. E, a suo dire, se si scopre la cifra comunicativa del partner, «è più facile esprimere i propri sentimenti». Il libro, pubblicato in origine nel 1992, è tornato in auge quest'anno nelle librerie. E allora ecco la spiegazione dei diversi linguaggi dell'amore.
PAROLE DI CONFERMA
Fanno parte di questa categoria uomini e donne che si sentono particolarmente eccitati  e sicuri quando ricevono complimenti e parole di incoraggiamento dal partner. «Le coppie hanno bisogno di sentire che c'è lavoro da entrambe la parti, che possono contare l'uno sull'altra in ogni momento», ha sottolineato Tina B. Tessina, medico e terapista che lavora in California dal 1979.
IL TEMPO INSIEME
Alcune persone hanno bisogno dell'attenzione completa e assoluta da parte del partner. «Si tratta di un'espressione non verbale che esprime e dimostra l'interesse dell'altro nei vostri confronti e in ciò che state dicendo. Aver voglia di fare assieme ogni cosa è segno di una relazione sana e vitale», ricorda Tessina.
RICEVERE REGALI
Fiori, cioccolatini e altri oggetti sono simboli d'amore. «Sono piccole celebrazioni del vostro feeling; espressioni materiali dell'attenzione e del sentimento che state provando. Non servono doni stravaganti e costosi. Il gesto conta più di ogni altra cosa».
SBRIGARE LE FACCENDE
Questa categoria include diverse faccende, dall'apparecchiare la tavola a portare fuori il cane o la spazzatura. «Sono tutte espressioni molto importanti, che mostrano la voglia di cooperare all'interno della coppia», chiarisce l'esperta. «Sapere di poter contare sull'altro anche per questioni banali, non fa che rafforzare il rapporto».
CONTATTO FISICO
Per alcune persone, nulla grida «ti amo» più di un piccolo nido d'amore. Un angolino tutto per voi per godervi qualche attimo di intimità. «Uno dei più grossi errori che commette la coppia che si descrive come 'migliori amici', è lasciare che il lato fisico/sessuale si assopisca», ammonisce Tessina. «La differenza tra l'amicizia e una florida relazione sta proprio tra le lenzuola. E lasciare da parte gli incontri hot, non farà che creare un enorme vuoto, lasciando più spazio alle tentazioni». Il primo passo, dunque, è capire le differenze tra voi e il vostro compagno. Per poi trovare un punto coumue di incontro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso