COPPIA 6 Maggio Mag 2013 1433 06 maggio 2013

Sesso, sei settimane per ricominciare

Dopo il parto non bisogna forzare i tempi. Va coltivata invece l'intimità.

  • ...
La nascita di un figlio non deve minare l'intimità di una coppia.

La nascita di un figlio non deve minare l'intimità di una coppia.

Se avete partorito da poche settimane, è probabile  che i rapporti intimi con il vostro partner siano ancora un miraggio. Non temete. La nascita di un figlio rivoluziona equilibri e abitudini, e fare sesso tra poppate e cambi di pannolini non sembra certo una priorità.
Ciò che conta davvero è stare vicini, ricreare un vostro spazio e non rinunciare a piccoli momenti di intimità con il vostro compagno. Il sesso tornerà poco per volta. Certo, ma quanto si deve aspettare?
ANALIZZATE 1.507 NEOMAMME
Secondo quanto rilevato da uno studio del Murdoch Childrens Research Institute in Australia,  su un campione di 1.507 neomamme alla prima gravidanza, circa una su due, il 41%, torna ad avere rapporti completi con il compagno dopo sei settimane dal parto. La ricerca, pubblicata su BJOG: An International Journal of Obstetrics and Gynaecology, ha esaminato l'attività sessuale di mamme al primo figlio, individuando le differenze in base al tipo di parto, naturale o cesareo, il trauma perineale, cioè se le donne erano state sottoposte al taglio chirurgico del perineo o a una lacerazione poi suturata. Insomma tenendo conto di tutta una serie di fattori che hanno una decisiva influenza fisica e psicologica sull'intesa sessuale.
SESSO SEI MESI DOPO IL PARTO PER IL 15%
All'atto pratico, dopo sei settimane dal parto il 41% delle donne ha ripreso l'attività sessuale completa, il 65% dopo otto settimane, il 78% dopo 12 settimane. Circa il 15% deve aspettare ben sei mesi per ricominciare a fare sesso, mentre c'è un 6% di donne che aspetta ulteriormente per un nuovo rapporto sessuale. Anche l'età della neomamma è una variabile da non sottovalutare: le donne tra 18 e 24 sono più veloci nel recupero rispetto alle mamme più 'attempate'.
IL TIPO DI PARTO INCIDE
Un fattore particolarmente discriminante è la tipologia di parto: le donne che hanno avuto un cesareo, una episiotomia o una lacerazione suturata hanno una probabilità più lenta di ritrovare l'intimità precedente al parto, tra il 35% e il 42% dopo sei settimane, mentre le donne che hanno partorito naturalmente senza conseguenze sul perineo e che riprendono entro il mese e mezzo ad avere rapporti sessuali sono ben 6 su 10.
«STARE VICINI SENZA FORZATURE»
Roberta Rossi, docente di psicopatologia del comportamento sessuale all'Università La Sapienza di Roma, ha spiegato che «la gravidanza e il parto sono un momento di importante riorganizzazione mentale, psicologica e fisica per la donna e la coppia. I tempi sono sempre molto soggettivi, non esiste un parametro valido per tutti. L'importante è stare vicini. Con la serenità e il desiderio che vi accompagna, il corpo ritroverà i suoi ritmi e i suoi piaceri. Non fate che questo momento diventi un cruccio. Altrimenti gli obiettivi saranno oscurati e più difficili da rintracciare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso