BEAUTY TIPS 11 Aprile Apr 2013 1017 11 aprile 2013

È ora di mettere la chioma a posto

Dai trattamenti rinforzanti ai sieri nutrienti. La mini guida per capelli sani. E luminosi.

  • ...
Chioma perfetta.

Bastano prodotti e trattamenti dalle formule innovative e nutrienti per avere una chioma sana e luminosa. (Thinkstock)

Getty Images/Pixland

Capelli deboli, punte sciupate, aridità o eccesso di sebo. Problemi da risolvere subito, in previsione delle inevitabili aggressioni estive, quando le chiome dovranno vedersela con le inevitabili aggressioni di sole, vento e salsedine. Eventuali problemi, quindi, vanno affrontati adesso, con l'aiuto di una cosmetica mirata.
ANTIDOTI CONTRO LA FRAGILITÀ
Quando il capello è arido, opaco, spesso tende anche a spezzarsi. In questo caso, è d’obbligo un trattamento rinforzante. I più efficaci sono a base di cheratina (sostanza di cui è composto il fusto) che, nelle formulazioni più nuove, è spesso associata a oli di origine vegetale, come quelli di argan, macassar e jojoba, altamente nutrienti e idratanti, indispensabili per assicurare morbidezza e pettinabilità alle chiome.
COLLANTE PER DOPPIE PUNTE
Fratture determinate da trattamenti aggressivi (decolorazioni selvagge, spazzolature troppo energiche e frequenti) o da carenza di nutrimento, le doppie punte tendono a estendersi. L’unica soluzione è un taglio netto di almeno due centimetri. Poi, per evitare che si riformino, conviene usare regolarmente un siero specifico, che mantenga compatta la cuticola capillare. A questo scopo, vengono inseriti nelle formule peptidi (derivati delle proteine) e oli vegetali, che ristrutturano il fusto e al tempo stesso agiscono come collanti.
AGENTI RIEQUILIBRANTI
Intervenire direttamente sulle ghiandole sebacce, moderandone l’attività: è il compito degli ingredienti attivi contenuti negli shampoo riservati ai capelli grassi, la cui base lavante deve essere a pH neutro. Le formule di ultima generazione puntano sull’azione delicata di estratti di piante e frutti dalle proprietà astringenti. Tra i più utilizzati quelli di uva bianca, tiglio, menta e limone verde, che hanno anche virtù purificanti. Un consiglio: evitare le pettinature raccolte, che favoriscono il ristagno di sebo sul cuoio capelluto, soffocando il bulbo.
STRATEGIA ANTI CADUTA
Se i capelli tendono a diradarsi, bisogna intervenire su due fronti: sul bulbo, per fornirgli un nutrimento extra e ridurre lo stato infiammatorio, responsabile della caduta; e dall’interno, con un integratore alimentare ad hoc, in grado di favorire il corretto ciclo di vita del capello.
I principi attivi che hanno dato i migliori risultati sono la taurina, alcuni aminoacidi e numerosi derivati vegetali dall’azione antinfiammatoria. In caso di caduta molto copiosa, si può ricorrere al PRP, un trattamento dermatologico dall’azione fortemente rigenerante sul bulbo, che prevede microiniezioni di plasma ricco di piastrine, ottenuto dal sangue del paziente stesso con un semplice prelievo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso