SENSI 10 Aprile Apr 2013 1028 10 aprile 2013

Profumo, una scia di fascino

L'olfatto regala benessere e soddisfazione. Un esperto ci spiega perché un aroma ci cattura.

  • ...
Profumo.

Profumo. Il profumo cattura per la sua fragranza: una scia che emana fascino e sensualità. (Thinkstock)

Getty Images/iStockphoto

Serve solo un alibi per tradire. Ma in questo caso non stiamo parlando di fidanzati o mariti, ma di un profumo. Perché se ci sono moltissime persone, donne ma anche uomini, che non cambierebbero la loro fragranza neanche sotto tortura, ve ne sono altre che invece non amano le etichette. Sì, non amano essere riconosciuti da una scia, ma, ancor di più, desiderano poter cambiare profumo, come cambiano quotidianamente un abito. E non è tutto.  A questa ultima cerchia piace andare per profumerie e negozi a cercare tra gli scaffali le fragranze più insolite ed eccentriche così da poter affermare con orgoglio di essere uno dei pochi a poterla "indossare".
QUANTO CONTA IL TESTIMONIAL
Anche la figura del testimonial è molto importante perché, come sostiene Andrea Bellavita, docente di linguaggi della comunicazione presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, «è molto importante potersi immedesimare in un personaggio al di sopra di noi  per denaro, professione o immagine e sognare di poter diventare come lui o lei, anche solo indossando lo stesso profumo».
AVVICINARCI A UN SEX SYMBOL
Tutti noi infatti fantastichiamo, guardando una pagina pubblicitaria su una rivista, un cartellone per la strada o uno spot televisivo di poterci avvicinare, anche solo per un istante, a quel tal sex symbol. «Il profumo, più di un abito, lo permette perché se acquistare una mise di un determinato brand potrebbe richiedere una cifra spropositata per il nostro portafoglio, una fragranza ci avvicina alla persona celebre pur senza dilapidare un patrimonio. Ecco perché è così importante la scelta del testimonial: per decidere a chi, noi comuni mortali, aspiriamo a identificarci», spiega l'esperto.
PROFUMO È BENESSERE
Altro fattore da non sottovalutare nella scelta di un profumo, al di là dei propri gusti personali, è il beneficio che questo può avere sul nostro umore, sulla nostra mente e sul benessere psicofisico più in generale. Come dicevano infatti gli antichi greci, «profumo è benessere»: sì, perché se cibi e bevande, pur piacevoli al palato, non sempre sono benefiche per il nostro corpo; gli odori, sono invece indispensabili per il buonumore. È, quindi, da qui che nasce l’esigenza di portare con sé il proprio aroma preferito: per regalarci una sensazione di felicità ed energia a lungo termine.
LA SCELTA PIÚ AZZECCATA
Come scegliere quindi qual è il miglior profumo per noi? Innanzitutto attraverso le proprie sensazioni e il proprio istinto: perché la fragranza, che sia classica e tradizionale, fruttata, fiorita, legnosa oppure trasgressiva e audace, deve sempre rispecchiare il nostro stato d’animo. Ecco perché si può decidere di cambiarla a seconda dell’umore, anche  tutti i giorni. Ci si può anche far consigliare da una beauty assistant, che più di ogni altra è in grado di mostrarci tutte le offerte del mercato. Ma alla fine la scelta del profumo è sempre una questione personale. Molto personale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso