RELAZIONI 4 Aprile Apr 2013 1336 04 aprile 2013

Le App per trovare l’amore

Con le nuove tecnologie, lo smartphone si fa cupido. E può scovare Mr Right. In ogni momento.

  • ...
smart-phone_boy&girl

Con le applicazioni multifunzione e interattive lo smartphone consente di intrecciare relazioni in modo più facile e immediato.

«C’è un’applicazione per tutto» recita il famoso spot della Apple. È uno slogan pubblicitario, ma un fondo di verità esiste. Soprattutto da quando esiste un’app anche per l’amore. Sì, amore è una parola grossa, diciamo che esiste un'app per trovare un potenziale Mr Right. E non è poco.
Secondo uno studio svolto da SnapInteractive, la società che gestisce il sito di appuntamenti e applicazioni AreyouInterested, è emerso che l’80 % dei single preferiscono usare lo smartphone per trovare l’amore piuttosto che cercarlo in rete. Si tratta di una nuova tendenza che ha preso in via a Londra, Hong Kong, New York, Melbourne e Los Angeles e che ora si sta diffondendo a macchia d'olio.
L'AMORE SI FA MOBILE
Molti dei siti di incontri d’amore come Harmony.com, Parship.it, OkCupid hanno creato una versione scaricabile sul cellulare. L’app offre tutte le funzionalità delle agenzie online con l’aggiunta dei vantaggi della versione mobile: leggere e rispondere ai messaggi, controllare gli aggiornamenti della lista delle persone proposte, visitare i profili e guardare le foto dei single che ti interessano, ovunque tu sia.
APP SCOVA SINGLE
Il mondo delle app fornisce dei servizi innovativi. OkCupid, una volta trovato il partner per l’utente, offre suggerimenti per i posti dove andare e le attività da fare. Molte app funzionano con il servizio gps che una volta effettuato l’accesso, cerca i single nelle vicinanze. SinglesAroundMe, nata appositamente per i cellulari, presenta l’opzione «destination search» che permette di vedere in tempo reale i single di una zona o di un locale a scelta. L’aspetto negativo è che il gps sempre attivo scarica velocemente la batteria del cellulare.
ALLA RICERCA DI MR RIGHT
Le app offrono la possibilità di essere sempre alla ricerca del  Mr Right, in ogni luogo e in ogni momento. Ma la continua disponibilità può avere un effetto negativo e degenerare in una dipendenza che si manifesta in un controllo ossessivo degli aggiornamenti, sostiene Fran Raimond, gestore della community Australian Dating.
I PRO: GRATUITÀ E VELOCITÀ
Rispetto a molti siti internet, che richiedono un abbonamento a pagamento, le applicazioni sono gratuite; inoltre permettono di ottenere un appuntamento con il potenziale partner in tempi molto più rapidi. Un gruppo di psicologi della Northern University afferma che nelle relazioni sentimentali il contatto faccia a faccia è ancora fondamentale per scoprire se scocca la scintilla.
I CONTRO: IL MEZZO È LIMITATO
Dal punto di vista della grafica, nonostante le funzionalità dei cellulari siano in continua evoluzione, ci sono delle carenze: la presentazione del profilo e delle foto può non può essere di alta qualità così come in uno schermo del computer e se si intraprendono conversazioni più lunghe, la chat del cellulare è poco agevole.
I RISCHI DELL'ANONIMATO
Dunque Internet e gli smartphone offrono una comunicazione più veloce e immediata nel costruire le relazioni; ma tuttavia possono avere diversi effetti negativi dovuti all'anonimato che una persona può mantenere a distanza. Secondo Samantha Allen, sociologa e scrittrice, che ha studiato l’effetto delle nuove tecnologie sui rapporti interpersonali, la tecnologia aiuta sì a fare nuove conoscenze senza paure e timori, ma può essere anche pericolosa perché «molte persone dietro uno schermo fingono di avere un’altra identità».
CRESCITA DELLE ASPETTATIVE
Infine, un altro problema che comportano le nuove tecnologie è la crescita delle aspettative. Per l'esperta «una volta che la relazione sentimentale si è consolidata, la varietà degli strumenti di comunicazione, permette alle coppie di essere in contatto molto di più rispetto a prima. Con l’aumento dell’uso del cellulare, però, le persone spesso si aspettano una risposta immediata: un ritardo ingiustificato può provocare sospetto o rabbia». E questo, app o non app, per noi donne, è una storia che ben conosciamo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso