MODA UOMO 3 Aprile Apr 2013 1227 03 aprile 2013

Top gun metropolitano

La moda P/E rilancia la flight jacket. Il genere army viene rivisitato. E diventa chic.

  • ...
Versace.

Versace. Il bagno bronzo ramato ne fa un pezzo decisamente sopra le righe, ma il taglio del bomber è classico: volume, bande di tessuto elasticizzato a contrasto su vita, polsi e colletto.

Pier Marco Tacca - 2012 Getty Images

Prendete un tipo alla Tom Cruise nel film Top Gun, ripensatelo in chiave contemporanea, mescolatelo alle stravaganze più fashion della stagione e condite il tutto con un pizzico di spirito eccentrico hip hop. Comparirà davanti ai vostri occhi il piatto forte del menswear della primavera-estate 2013: un mix chic e sportivo che gioca con stampe e colore Anni ‘80 e riporta alla ribalta la mitica flight jacket. Quella che più comunemente chiamiamo «bomber».
UN CAPO UNISEX
I ricorsi storici della moda ci hanno abituato alla sua presenza ciclica nel guardaroba, tanto che la flight jacket fa genere a sé ed è uno dei passepartout preferiti dagli stilisti per dare il giusto peso anche all’abbigliamento di mezza stagione. Piace a lui, seduce lei. E in una primavera come questa che mostra di avere un certo gusto unisex nel decretare il successo di alcuni capi su altri, ricorre con insistenza nel guardaroba di entrambi.
ICONICO E RAPPRESENTATIVO
Eppure, quando nacque all’inizio del Novecento il bomber era un capo tecnico usato esclusivamente dai piloti dell’aeronautica militare americana per ripararsi dal freddo. Con il cambiamento dei costumi negli Anni ‘60 e ‘70 divenne gradualmente un pezzo di moda. Seguì lo stile sportivo e quello college: segnò anche l’appartenenza a correnti e subculture giovanili finendo, poi trent’anni dopo, a incrociare la musica e il costume hip-hop.
SPORTIVO MA ELEGANTE
Di tutto questo percorso, sulle particolari giacche bomber della primavera estate 2013, è rimasto più che una traccia. Anche se gli outfit maschili prendono progressivamente le distanze dal registro stilistico strettamente «aviator». Di collezione in collezione si può dunque apprezzare un riflesso più collegiale, come quello proposto da Canali, che rilancia un uomo sportivo ma elegante e misurato anche se punta sul bomber rosso fiammante.
DETTAGLI PREZIOSI
Oppure il taglio british di Daks: il bomber arancio si staglia sul look tutto quadri e papillon. La sorpresa arriva dal genere stampato lanciato per esempio da Burberry Prorsum e Gucci: il primo per il richiamo Anni ‘80 della giacca con spalla strutturata, il secondo per il design ricercato: un bomber prezioso che cade sul pantalone bianco come fosse una blusa.
COLORI BRILLANTI
Nell’oscillazione tra stile elegante e sportivo, non mancano nemmeno le proposte più estreme come quelle di Versace che punta sul colore metallizzato e sul motivo floreale. Oppure il genere più fedele al registro army con nuance di verde militare e stampa mimetica.
RIVISITAZIONE CHIC
Il bomber ha davvero mille sfaccettature quest’anno. Ma la flight jacket ha un carattere duro: rivista e corretta per essere di tendenza, cede al compromesso su abbinamento, fantasia e colore, ma mai sui dettagli stilistici che la rendono unica. Bordo elastico su vita, collo e polsini, zip centrale e volumi al posto giusto: irrinunciabili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso