USI & COSTUMI 25 Marzo Mar 2013 1519 25 marzo 2013

Paese che vai (cure di) bellezza che trovi

La beauty routine cambia con la latitudine. Ma il mood esotico piace sempre di più.

  • ...
Bagno orientale.

Il bagno orientale è un momento di totale relax che rasserena e cancella dal viso i segni della stanchezza. (Thinkstock)

Getty Images/iStockphoto

Lavarsi, applicare una crema, stendere il rossetto. Sono gesti quasi automatici, che ogni donna ripete quotidianamente. Ma analizzati sotto il profilo antropologico, rivelano valori e stili di vita. Lo dimostra uno studio effettuato dall’istituto di ricerche London Research International, che ha esaminato le beauty attitude delle donne europee e americane. Risultato: le mediterranee, estroverse e solari, sono al primo posto nel consumo di cosmetici per il viso; le nordiche, molto attente ai problemi dell’ambiente, prediligono i prodotti ecocompatibili; mentre le americane, perfezioniste e sempre preoccupate di apparire al meglio, sono vere maestre nell’arte del trucco.
FASCINO DI TERRE LONTANE
Negli ultimi anni, però, indipendentemente dalla loro nazionalità, le donne occidentali hanno mostrato un crescente interesse per i trattamenti di bellezza in uso nei Paesi esotici, spesso ispirati ad antichi rituali indigeni. Emblematici di costumi profondamente diversi dai nostri, proprio per questo destano curiosità e risultano affascinanti. Tanto più che nella maggior parte dei casi non hanno fini puramente estetici, ma tendono alla conquista di un benessere globale. Vale la pena, quindi di sperimentarli.
BAGNO D’ISPIRAZIONE JAP
In Giappone, ancora oggi, il bagno non è una pratica igienica, bensì un momento di totale relax, che rasserena e cancella dal viso i segni della stanchezza. Si entra nella vasca ancora vuota, assumendo una posizione precisa: sedute, con le gambe flesse e la fronte appoggiata sulle ginocchia. Poi si lascia scorrere l’acqua, prima tiepida, quindi più calda, fino a raggiungere i 38 gradi circa. Bastano pochi minuti per avvertire i benefici effetti del calore liquido, generati dal rilassamento dei muscoli e dalla dilatazione delle pareti venose.
CHIOME LUCENTI E DI SETA
Un’altra antica usanza che le donne giapponesi mantengono ancora ben viva riguarda i capelli. Per mantenerli soffici e lucenti, ogni giorno li frizionano delicatamente con un pezzo di seta pura, proprio come usavano fare le geishe nei secoli passati, che a questo scopo utilizzavano i loro vecchi kimoni. Si ottiene lo stesso risultato dormendo con la testa appoggiata sopra un cuscino con la federa di seta.
BENESSERE MADE IN INDIA
Secondo l’antica medicina ayurvedica, nata in India attorno al 1500-2000 a.C., la vera bellezza scaturisce dall’armonia tra il corpo e la mente. Un concetto che si sta diffondendo rapidamente anche in Occidente. Non a caso nei laboratori cosmetici più all’avanguardia, i ricercatori pongono particolare attenzione alla sensorialità delle formule. Altrettanta cura viene messa nella scelta delle fragranze, sempre più spesso ispirate all’aromaterapia. Tutto per stimolare dolcemente i sensi e rendere piacevole l’applicazione delle emulsioni.
KAJAL, SGUARDO SENSUALE
Dall’India abbiamo importato anche il kajal, una pasta morbida, composta da cere e polveri minerali ad alta concentrazione di pigmenti scuri, che le indigene usano per dare risalto agli occhi e rendere sensuale lo sguardo. I kajal formulati in Occidente hanno una consistenza diversa perché contengono meno sostanze grasse. Questo permette di produrli sotto forma di matite e bastoncini, più pratici e facili da applicare.
TESORI MAROCCHINI
L’olio di argan, considerato uno dei principi attivi antietà più efficaci, viene estratto dai frutti di un grande albero che cresce  solo in Marocco. Proprio per questo gioca un ruolo di grande importanza nell’economia locale, dove viene lavorato quasi esclusivamente da cooperative di donne, per poi essere esportato.  Un’altra ricchezza del Paese è il ghassoul, una particolare argilla saponifera dalle proprietà detergenti e seboregolatrici, che viene miscelata all’acqua e applicata su viso, corpo e capelli.
IL RITO DELL’HAMMAM
Olio di argan e ghassoul sono utilizzati anche nell’hammam, il tradizionale bagno di vapore dagli effetti depurativi molto diffuso nel mondo islamico. Il rituale marocchino prevede il passaggio attraverso varie stanze con concentrazioni di vapore aromatizzato e temperature diverse. Durante le soste, viene applicato e sciacquato il ghassoul, poi si procede al massaggio con olio di argan.
AL RITMO DEL BRAZIL
Espressione di energia e gioia di vivere, gli sfrenati balli carioca hanno dato il loro contributo alla diffusione dell’happy fitness, che rende divertente l’attività fisica. Come avviene nello Zumba, grande star di tutte le palestre. Si tratta di un mix calibrato di danza ed esercizi a corpo libero sui coinvolgenti ritmi delle musiche latino-americane che permette di bruciare fino a 450 calorie in un’ora. Un vero toccasana per la linea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso