CI PIACE CURVY 21 Marzo Mar 2013 1218 21 marzo 2013

La visita dal ginecologo, paure e raccomandazioni

I chili di troppo saranno oggetto di critiche aspre. È giusto, ma con un po' più di tatto, please.

  • ...

Uno degli appuntamenti periodici per tutte le donne, dalla comparsa del primo ciclo alla menopausa e oltre, è quello con il ginecologo. Una figura di riferimento importante, anche per i temi delicati che si discutono, dalla salute alla sessualità. Dopo pochi minuti, già alla prima seduta, il suo occhio cadrà sui nostri chili di troppo... Ed è quasi scontato sentirsi dire che ci capiterà di tutto, se non dimagriamo.
LA CERTEZZA DI ESSERE CROCEFISSE
Ho provato a sondare il terreno in modo molto empirico, chiedendo cioè su Facebook se altre ragazze curvy si fossero sentite colpevolizzate dal dottore. E la risposta è stata assolutamente "sì".
Chiara, una ragazza di 27 anni di Torino mi risponde subito: « Mi sono sentita dire che il mio peso avrebbe peggiorato le cose. La mia disfunzione ormonale mi portava ad accumulare chili, il sovrappesso al tempo stesso influiva negativamente sull’ovaio policistico e provocava amenorrea. Un circolo vizioso insomma. Come dare torto alla ginecologa!».
Poi c’è chi come Margherita ha avuto per qualsiasi diagnosi la stessa causa: il peso. «Non solo il ginecologo mi diceva che i miei problemi di salute erano legati al sovrappeso, persino il mio medico di base lo scorso anno sosteneva che i miei mal di gola con tonsilliti ricorrenti fossero da imputare all’eccesso di peso. Come a dire: sei grassa, sudi, prendi i colpi d’aria e ti ammali». Insomma, tutte hanno avuto la medesima esperienza, anche se qualcuna l’ha smentita con i fatti, avendo tre figli sani e belli.
GIOCARE D'ANTICIPO
Io ci sono passata, tanto è vero che tutte le volte che mi sono decisa a cambiare specialista, mi sono sempre presentata con: nome, cognome, età’, data della prima mestruazione, pillola assunta e “Si, lo so, sono in sovrappeso altrimenti questi problemi non li avrei”. Così anticipavo la sua prima mossa.
Le cose si complicano se si decide di ascoltare l’istinto materno e di mettere al mondo un figlio. La frase più comune, non solo pronunciata dalla ginecologa ma anche da amici-parenti e affini è: se sei in sovrappeso non potrai avere figli.
L'OBESITÀ E IL RISCHIO DI INFERTILITÀ
Sì, quello dei figli è un macigno pesantissimo sul quale a dire il vero molti professionisti calcano la mano terrorizzando le pazienti già a sedici anni. Provato e testato per voi.
C’è però un fondo di verità ragazze. Rossella Nappi, ginecologa ed endocrinologa dell'Ospedale San Matteo di Pavia, ce lo conferma: «Il sovrappeso vero cioè l'obesità (che viene definita da un indice di massa grassa superiore a 30), pone notevoli problemi alla riproduzione umana. Innanzitutto irregolarità del ciclo e mestruazioni abbondanti con rischio di iperplasia endometriale (cioè una crescita anomala della mucosa dell'endometrio) sia in età giovanile che in perimenopausa».
E queste povere ovaie così martoriate e schiacciate dai chili di troppo?  «Se si è in presenza di una situazione di obesità rilevante, anche i problemi di infertilità sono piuttosto comuni. Questa è una diretta causa di alterazioni della funzione ovulatoria», aggiunge l'esperta.
LE VOGLIE IN GRAVIDANZA
Poniamo che vada tutto bene e che il nostro sistema riproduttivo funzioni nonostante il sovrappeso: come ci comportiamo in gravidanza con le tentazioni davanti al frigo?
«In gravidanza è normale un aumento di peso compreso tra i 9 e i 13 kg, ma se la donna non segue una dieta mirata (evitando fritti, dolci, cibi salati, insaccati tra gli altri) ha un rischio triplicato di diabete gestazionale che puo' comportare alterazioni della crescita e del benessere fetale, e di insorgenza di ipertensione arteriosa», conclude Rossella Nappi.
UNA QUESTIONE DI TATTO
Forse tutto sta nel tatto e nella delicatezza in quel rapporto familiare con il ginecologo. Se solo ci parlasse senza il fucile puntato, di dicesse che i nostri chili in più potrebbero essere un problema, scommetto che torneremmo all'appuntamento successivo senza il terrore negli occhi e con la voglia di curarci. È importante curvy amiche!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso