BEAUTY NEWS 19 Marzo Mar 2013 1208 19 marzo 2013

Fondotinta, più che trucco un trattamento

Con texture ultra leggere e formule anti age, è sempre più tecnologico. Per un viso perfetto e radioso.

  • ...
Fondotinta.

Il fondotinta diventa sempre più un trattamento: una coccola da dedicarsi durante tutto l'arco della giornata per un viso perfetto e pulito.

Getty Images/Pixland

Nudo non sempre significa spoglio, disadorno o austero. Nel caso della pelle del viso, vuol dire perfezione, pulizia, leggerezza e radiosità. E oggi si può avere tutto ciò in un unico prodotto. Sì, perché un buon fondotinta è alla base di un volto senza imperfezioni, scolpito da luci e ombre per ridefinire i volumi. Non più solo una questione di copertura, ma un vero e proprio trattamento: si adattano alla carnagione del viso, sono oil free e oil controlling, a lunga tenuta e con formule lifting e anti age.
BENEFICI DA MATTINA E SERA
Insomma se fino a qualche tempo fa ci si doveva solo preoccupare della nuance più adatta al nostro incarnato, ora il primo elemento da tenere in considerazione è la reale necessità della nostra pelle. «È un grandissimo vantaggio per tutte poter portare un trattamento per tutto il giorno. Solitamente ci si dedica questo tipo di coccola solamente la mattina e la sera; il fondotinta è invece il mezzo ideale per poter indossare principi attivi efficaci durante tutto l’arco della giornata», spiega Mario De Luigi, beauty designer.
TECNOLOGIA AVANZATA
Inoltre la texture di questi prodotti è migliorata notevolmente dagli ingredienti aggiunti: la stendibilità dei fondotinta di nuova generazione è superiore a quella di qualche tempo fa e l’effetto seconda pelle è assicurato. «Una volta si sceglieva solo il finish, ora si opta per una base che assecondi a pieno le esigenze della nostra pelle. Oltre all’azione visiva dobbiamo sempre verificare gli ingredienti che migliorano lo stato dell’epidermide: sceglieremo quindi un prodotto anti-age, distensivo, riempitivo o liftante a seconda della necessità», continua l’esperto.
I VANTAGGI DELLA GIUSTA ASSISTENZA
Secondo Mario De Luigi, i principi attivi devono però essere presenti nel prodotto in modo funzionale. «Gli attivi devono infatti essere contenuti in notevole quantità e non in quella che noi consideriamo ‘dose marketing’. Per questo motivo è sempre meglio farsi consigliare da una beauty assistant o dal farmacista ed erborista di fiducia così che sappia valutare concretamente il reale bisogno», chiarisce l’esperto.
ASCOLTA LE ESIGENZE DELLA PELLE
Sembrerebbe un paradosso, ma per acquistare oggi un fondotinta si deve partire dalle esigenze della pelle o non dalla tonalità: «Per le pelli mature si può scegliere un’azione liftante  e anti-age, per quelle grasse  una texture opacizzante arricchita da polveri o purificanti, quella sensibile ha invece bisogno di meno ingredienti e deve essere priva di parabeni o profumi. Infine, se non si hanno particolari problemi il mio consiglio è comunque quello di optare per un apporto superiore di idratazione così da ottenere una pelle fresca e luminosa», specifica il make up artist. Secondo l’esperto, con i fondotinta trattanti l'ideale è partire fin dai 25 anni con formule super idratanti e poi, con l’avanzare dell’età, adattare le texture e i principi attivi alle esigenze che di volta in volta mutano

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso