moda e musica 15 Marzo Mar 2013 1151 15 marzo 2013

Riccardo Tisci, idolo delle pop star

Il designer di Givenchy ha ideato i costumi per il nuovo spettacolo di Rihanna.

  • ...
'CR Fashion Book Issue 2' - Carine Roitfeld Cocktail Arrivals - PFW F/W 2013

Lo stilista di Givenchy Riccardo Tisci.

WireImage - 2013 Venturelli

È italiano il designer che fa impazzire le regine delle classifiche mondiali. Riccardo Tisci, 37 anni, stilista di Givenchy dopo aver vestito Madonna ha disegnato i costumi della tourneè mondiale di Rihanna.
UN LOOK PUNK IN 3D
La cantante delle Barbados apre il concerto con una lunga cappa nera in crepe di seta con ruche alla base, un colletto con ricami 3D e stivali stringati in nappa effetto collant. Una volta tolta la cappa nera firmata Givenchy Haute Couture by Riccardo Tisci, Rihanna mostra un abito a tre pezzi stampato e ricamato. «Mi è piaciuto molto realizzare questi outfit», ha spiegato Tisci. «Rihanna è punk e talentuosa. È un concentrato di intelligenza, energia e bellezza pura. Il volto della sua generazione». Nel guardaroba di scena della cantante di We found love c'è anche un parka maschile oversiza stampato e ricamato a mano. Sempre rigorosamente ideato da Tisci.
IN PINCIPIO FU MADONNA
Lo stilista non è nuovo a collaborazioni di questo tipo. Nel 2012 ha firmato l'outfit scelto da Madonna per l'imponente esibizione al Superbowl americano. Per lei ha creato un look iconico un po' Cleopatra, un po' vichinga, un po' ganster.
Tisci aveva già avuto occasione di sorprendere la material girl nel 2008 quando firmò i costumi per lo Sticky & Sweet tour. «Ci siamo incontrati in mezzo al nulla. Stava provando in uno stadio di basket da qualche parte al di fuori di New York», ha ricordato lo stilista. «Ho guardato lo show, e lei era così bella, come una dea. Alla fine mi si è avvicinata e mi ha chiesto "Vuoi prendere le mie misure?"».
DA GIVENCHY DAL 2005
Riccardo Tisci ha da poco prolungato il suo contratto con la casa di moda francese per altri tre anni. Lo stilista ha iniziato a lavorare per Givenchy nel 2005 dopo l'esperienza in marchi come Puma e Coccapani e soprattutto dopo aver quasi detto no. Infatti il suo progetto era quello di dedicarsi interamente a una linea che portasse il suo nome. Ma alla fine decise di accettare l'offerta francese: «Mia madre mi chiamò e mi annunciò la sua decisione di vendere la nostra e andare all'ospizio per poter aiutare economicamente la famiglia», ha svelato Tisci. «Decisi così di andare a Parigi e quando mi proposero un contratto con tutti quegli zeri ho pensato che mia madre non avrebbe più dovuto preoccuparsi di nulla».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso