ALLARME 13 Marzo Mar 2013 1313 13 marzo 2013

Manicure, con il gel salute a rischio

La ricostruzione rovina le unghie. E aumenta il pericolo di tumori alla pelle. Lo dice una ricerca Usa.

  • ...
Manicure gel.

La manicure con gel può indebolire le unghie e aumentare il rischio di tumori della pelle. (Thinkstock)

Getty Images/iStockphoto

Mani curate e sempre in ordine sono un ottimo biglietto da visita. Dal punto di vista estetico le ricostruzioni con il gel offrono dei risultati invidiabili, ma potrebbero minacciare la salute delle stesse unghie. A sottolineare i loro rischi sono gli esperti riunitisi al convegno annuale dell'American academy of dermatology di Miami, secondo cui i metodi utilizzati per applicare e rimuovere il gel indeboliscono la superficie dell'unghia, assottigliandola e rendendola più fragile. Non solo, secondo Chris Adigun, docente di dermatologia alla New York University school of medicine, la procedura da seguire per ottenere un risultato perfetto potrebbe addirittura aumentare i rischi di tumore alla pelle.
PROCEDIMENTO SOTTO ACCUSA
Per far aderire perfettamente lo smalto all'unghia è infatti necessario utilizzare gli stessi raggi ultravioletti responsabili dell'aumento del rischio di melanoma durante le sedute di abbronzatura artificiale. Tuttavia nel caso delle unghie i risultati degli studi condotti fino a oggi sono contrastanti. «In passato alcune ricerche avevano rilevato un effetto simile a quello dell'esposizione prolungata al sole, uno studio più recente ha però rilevato che nel caso della manicure con gel il limitato periodo di esposizione agli UV e l'intensità delle radiazioni non sono tali da aumentare il rischio di tumore alla pelle», racconta a Letteradonna.it Bianca Maria Piraccini, dermatologa e ricercatrice all'Università di Bologna.
SOLVENTI E METODI PERICOLOSI
Diversa la situazione per quel che riguarda le sostanze e le procedure necessarie per rimuovere il gel. «I danni possono essere dovuti sia ai solventi presenti nel gel, sia alle sostanze e alle metodiche utilizzate per rimuoverlo», spiega l'esperta. Infatti lo spesso strato di gel può essere rimosso completamente solo con una spatola metallica dopo un'immersione prolungata nell'acetone, che può irritare anche la pelle circostante. La spatola danneggia e asporta lo strato superiore dell'unghia che non dovrebbe essere rimosso.
DANNI ESTETICI E FUNZIONALI
Infatti, come evidenzia Bianca Maria Piraccini, «mentre lo strato superiore, duro, è resistente agli agenti esterni, quello intermedio è più flessibile e delicatissimo. Mano a mano possono comparire degli effetti collaterali, a volte visibili già dopo la prima rimozione, in altri casi evidenti dopo aver ripetuto l'applicazione più volte». Dal punto di vista cosmetico, l'unghia è più brutta, mentre da quello funzionale, perde manualità e capacità prensili. E dato che si tratta di una struttura che non può ripararsi, per l'esperta, l'unico modo per eliminare il danno è aspettare che ricresca completamente, processo che richiede dai 4 ai 6 mesi.
MANICURE UNA TANTUM
Per evitare danni irreparabili è meglio non applicare il gel di continuo, raccomandazione che resta valida anche per gli smalti tradizionali. Secondo la dermatologa, infatti, la classica manicure è meno dannosa perché la procedura è più semplice, ma il consiglio è sempre quello di alternare periodi in cui si indossa lo smalto a quelli in cui la mano resta nature.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso