LO STUDIO 4 Marzo Mar 2013 1333 04 marzo 2013

Malattie croniche, sì a vino rosso e arance

Merito delle antocianine. Utili anche in una dieta ricca di grassi. E perfette per mantere la linea.

  • ...
Arance rosse.

Le arance rosse, ricche di antocianine, riducono significativamente l’aumento di peso e il rischio di obesità. (Thinkstock)

Getty Images/iStockphoto

Amano consumare cibi ricchi di grassi, spesso anche più calorici di quelli prediletti dagli altri cittadini del Nord Europa. Eppure sono meno soggetti a mortalità per malattie coronariche. Questa è la contraddizione che caratterizza il popolo francese. Ma qual è il loro segreto? Il merito sarebbe tutto del vino rosso, purché consumato con moderazione. Non è un caso, infatti, se si parla di "paradosso francese", espressione coniata dallo scienziato dell'Università di Bordeaux Serge Renaud, che farebbe dei nostri vicini dei bevitori fortunati. Bisogna dunque ringraziare alcol e uva? Nessuno dei due, per la verità, perché il vero toccasana sono gli antociani, composti presenti in molte piante e verdure in grado di ridurre i danni provocati da ossidanti e radicali liberi. Questi pigmenti proteggono contro la fragilità capillare, i processi infiammatori e le modificazioni cancerogene.
LA SALUTE IN UN SEME
I ricercatori del Policlinico di Milano hanno effettuato una serie di esperimenti presso il laboratorio dell’Università degli Studi per analizzare l’effetto di specifici nutrienti. Due linee di mais, una ricca di antocianine (mais blu) e l'altra senza (mais giallo), sono state utilizzate per la dieta di due gruppi di ratti. Nei topi che si cibavano di semi "blu", l’area di tessuto cardiaco danneggiato in seguito a ischemia era ridotta del 30% rispetto a quella dei topi che consumavano semi "gialli". Gli studiosi, inoltre, hanno registrato che la dieta con le antocianine modula le difese antiossidanti cardiache.
LE ARANCE FANNO BENE SE ROSSE
Il buon vino non è l'unico cibo amico con queste proprietà, perché anche le arance hanno effetti molto simili, purché (anche loro) siano rosse. Gli stessi esperti hanno valutato le proprietà dell’arancia Moro di Sicilia, naturalmente ricca in antocianine, e di quella comune Naveline (senza i pigmenti) in studi con topi in dieta standard e in dieta ricca di grassi.
ANNULLATI GLI EFFETTI DI UNA DIETA GRASSA
I risultati ottenuti in collaborazione con l’IEO di Milano hanno rivelato che solo il succo delle prime, somministrato al posto dell’acqua, riduceva significativamente l’aumento di peso e il rischio di obesità. Non solo, perché il tessuto adiposo di topi in dieta ricca di grassi ma associata alle arance moro, era simile a quello degli animali in dieta standard; dimostrazione del fatto che le antocianine annullano l’effetto di una dieta grassa. E se, quindi, i francesi ringraziano il vino che li mantiene straordinariamente in forma, non trascurando il palato, gli italiani possono trovare il loro elisir di bellezza e salute nelle arance rosse.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso