SKINCARE 27 Febbraio Feb 2013 1057 27 febbraio 2013

Beauty code, lo struccante è bifasico

Formule con texture all'avanguardia. Che puliscono la pelle in profondità. In modo più delicato.

  • ...
Struccante.

Gli struccanti bifasici hanno nuove formule che agiscono in profondità senza ledere la pelle. (Thinkstock)

Getty Images/Comstock Images

Il momento della pulizia del viso non è più solo una scomoda necessità, un obbligo poco piacevole da relegare in tarda serata, prima di coricarsi, quando proprio non se ne può più fare a meno. È il primo momento dedicato alla cura della pelle e del viso nel suo insieme. E per questo è molto importante, irrinunciabile.
UNA COCCOLA QUOTIDIANA
Sì, perché non ci si può spalmare una crema o dedicarsi alla sessione quotidiana di make up se prima non ci si è presi cura di sé con la detergenza. Oggi esiste una vastissima scelta di prodotti da utilizzare in base al tipo di pelle, a seconda dell’età e delle abitudini: se ci si sposta in continuazione si opterà per delle salviettine struccanti, se si ha più tempo da dedicare al benessere del proprio corpo si sceglieranno invece prodotti adeguati alla rimozione del trucco delle labbra, degli occhi e del viso.
ATTENZIONE AL CONTORNO OCCHI
La parte più difficile e che merita particolari attenzioni è quella perioculare. Da tempo le case cosmetiche si sono adoperate per realizzare e proporre alla clientela formule e texture specifiche per questa zona. Non si sta dicendo che utilizzare le salviettine tutti i giorni è sbagliato, sono certamente molto pratiche e comode, ma sono poco indicate per un uso frequente perché non garantiscono una pulizia profonda. Ecco perché è meglio lasciarle per le situazioni di emergenza e, per la sera, a casa, scegliere gli ultimi ritrovati: i prodotti bifasici.
MEGLIO I PRODOTTI A BASE OLEOSA
Perché preferire questi prodotti? Intanto perché, come tutti sanno, la caratteristica principale di un olio è quella di sciogliere anche il trucco più resistente e ostinato. Gli struccanti bifasici sono composti da una parte acquosa che preserva l’idratazione e la tonicità della pelle e da una miscela di oli che ne potenziano l’utilizzo e sono in grado di rimuovere anche il make up più waterproof che esista. Il risultato? Una pelle non solo pulita in profondità, ma anche morbida, setosa e seducente.
DOPPIA AZIONE BENEFICA
Certo, per utilizzare gli struccanti bifasici, ci vuole qualche accortezza. Intanto non ci si può dimenticare di agitare  la confezione e miscelare al meglio le due "fasi"; versando poi il prodotto sul batuffolo di cotone la formula si separa nuovamente; si deve quindi passare prima la parte oleosa e successivamente girare il dischetto per completare l’operazione. Ma non è finita qui. I make up artist suggeriscono di terminare la pulizia del viso con un tonico, meglio se addolcente, perché durante la fase di "strucco" le cellule superficiali si disidratano e il tonico permette non solo la reidratazione dei tessuti, ma anche di arrivare in profondità ai trattamenti successivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso