Milano A/I 2013-14 25 Febbraio Feb 2013 1555 25 febbraio 2013

Da Armani, eleganza a la garçonne

Pantaloni morbidi, giacche sagomate e una pioggia di micro cristalli.

  • ...
Yvl 7628

La sfilata di Giorgio Armani autunno/inverno 2013-14.

Milano, 25 febbraio. Giorgio Armani porta in passerella la sua prima linea nel penultimo giorno di sfilate milanesi e il trionfo è assicurato. Lo stile si ispira alle linee maschili e il titolo della collezione, Garçonne, non è scelto a caso. Sfilano infatti una serie di completi dove il pantalone è il protagonista assoluto, portato morbido e cascante, in un fluido velluto o in leggerissima lana.
Ogni outfit però regala femminilità, quella delicata e armoniosa di Re Giorgio, fatta di bluse a pieghe e di casacche che cascano morbide e senza fronzoli.
I tagli sono puliti, come quelli dei giacchini portati aperti o chiusi a sei bottoni e quelli delle maglie che cascano sulle lunghe gonne a pieghe in chiffon.
Sfilano poi le salopette in velluto indossate su camiciole che si aprono in mille pieghe sottili che danno un tocco di originalità a tutta la collezione.
La sera è un tripudio di microcristalli neri e marroni che impreziosiscono pantaloni, cappotti e i lunghi vestiti, che seguono la fluidità del corpo.
La palette di colori va dai tradizionali grigi al tortora, il fango, il testa di moro e il nero, spesso mescolati ad arte tra loro.
Fil rouge di tutto il defilé sono i cappelli in morbido velluto, delicatamente posati sulla testa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso