MODA 15 Febbraio Feb 2013 0825 15 febbraio 2013

Sanremo, è questione di dettagli (glam)

Dalle scarpe estrose ai gioielli tutto un glitter. L'accessorio è il vero protagonista del Festival.

  • ...
Bx1jv00n5216 640X450

Simona Molinari sul palco dell'Ariston con un gioiello da braccio.

Ormai Sanremo è una questione di dettagli. Non parliamo di musica, ma di stile e in particolare di accessori, che impreziosiscono i look dei protagonisti della kermesse canora e che tra curiosità e glamour spesso fanno parlare più dei cantanti stessi.
SCARPE TRA ZEPPE E GLITTER
Per la gioia delle shoes addicted o forse più dei feticisti, il palco dell’Ariston regala in tal senso forti emozioni. Luciana Littizzetto cammina da giorni su scarpe con maxi plateau e tacco squadrato, che nella sera di San Valentino ha scelto rosse, anche per manifestare contro la violenza sulle donne. Nere con profilo dorato, invece, per Laura Chiatti, chiamata per premiare Albano Carrisi. Glitterate in blu quelle di Simona Molinari, anche se i glitter che hanno fatto parlare di più sono quelli di Antony and the Johnsons, che le ha volute argento, davvero sofisticate.
UN GIOIELLO DI FESTIVAL
Tra i gioielli, oltre alle parure abbinate agli outfit di Luciana, hanno incuriosito il pendolo rosso al collo della giovane promessa Ilaria Porceddu e il gioiello da braccio di Simona Molinari. Anche se i fotografi non hanno resistito a immortalare l’anello di fidanzamento al dito di Laura Chiatti, che l’ha voluto mostrare orgogliosa.
UOMINI TRA PIUME E KIPPAH
Anche gli uomini regalano grandi soddisfazioni in fatto di stile, a partire da Max Gazzè, che sotto alla giacca damascata nera ha sfoggiato un eccentrico gilet fatto totalmente di piume. Decisamente esotico. Le cravatte di Marco Mengoni, poi, sempre ton sur ton con giacca e camicia firmate Slvatore Ferragamo, gli conferiscono un’aria davvero chic. Infine, accessorio diventato quasi cult è la kippah indossata da Raiz, il cantante degli Almamegretta, sempre abbinata al look.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso