TENDENZE 13 Febbraio Feb 2013 1150 13 febbraio 2013

La moda (ri)mette gli uomini in riga

In tinta od optical. Nel guardaroba maschile per la P/E 2013 vince il rigore. Ma si gioca con i colori.

  • ...
Z zegna

Z Zegna. Le righe orizzontali, sottili e in versione chic per l'uomo Z Zegna.

Il rigore invernale non ci ha ancora abbandonati e, stando alle previsioni meteorologiche, anche la primavera si preannuncia freddina. Non importa, la nuova moda incalza e le vetrine dei negozi espongono i nuovi arrivi, anche per l'uomo.
IL GIOCO DELLE RIGHE
Mille righe saranno protagoniste del guardaroba maschile durante la stagione in fiore: spesse, sottili, in tinta od optical. Il famoso rigato bianco e nero, che non passa mai di moda, incontra su maglie giacche e pantaloni tutta la gamma dei blu, i rossi e i turchesi. Purché si esageri e si giochi con accostamenti azzardati, tutte le linee vanno bene quest’anno per centrare la tendenza "stripes" della moda uomo primavera-estate 2013.
DAL CLASSICO AL CASUAL
Quelle verticali che ricordano le divise e i completi old syle all’americana sono per esempio, perfette per vestire lo stile classico informale e casual urbano. Canali gioca con accostamenti di colore nei toni del turchese e la riga crea continuità stilistica sul completo chic con giacca doppiopetto e pantalone morbido. Ermanno Scervino mette in riga morbidi pull da mezza stagione. Versace va oltre e supera anche la fantasia di John Varvatos – bianco su nero interrotto da note di rosso - eludendo ogni remora di accostamento: sotto la riga, va la stampa e se siete indecisi su cosa indossare puntate sul floreale, altro must della P/E 2013.
GEOMETRIE ACCOSTATE A FANTASIE
Non è proprio un inedito, questo dell’accostamento da geometrie e fantasie, ma l’impatto fantasy c’è. Piace anche a Dolce & Gabbana che sulle righe, portate con o senza contrasti, ha costruito l’intera collezione primaverile. Tuttavia, prendendo ad esempio proprio gli stilisti siciliani Domenico Dolce e Stefano Gabbana, la linea che detta tendenza cambia rotta: ricorda il mare, storie di costiera, pupe e marinai.
ARIA SBARAZZINA E LEGGERA
Orizzontale o verticale che sia ha un’aria sbarazzina. A ben vedere, lo stile rigato non rinuncia a questa leggerezza, nemmeno quando dal mare ci si sposta in città con le versioni più chic di Z Zegna – un uomo d’altri tempi che indossa la maglia a righe orizzontali sopra alla camicia –  o quelle urbane del maestro della riga Missoni. Non c’è dubbio, saranno davvero tante le linee di questa tendenza. Alcune sembreranno sofisticate, altre eccentriche, alcune anche un po’ da clown. Ma il messaggio che lancia il trend è unico e chiaro: la moda ha messo in riga gli uomini. Almeno fino a fine estate, poi si vedrà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso