STRATEGIE 25 Gennaio Gen 2013 1313 25 gennaio 2013

Mascara, un fedele alleato beauty

È tra i cosmetici più amati. Abbraccia le ciglia e le rende voluminose. Le novità in punta di spazzolino.

  • ...
100383264

Il mascara è uno dei cosmetici più amati.

Getty Images/Hemera

Lunghe, folte, ben pettinate. Così erano le ciglia immaginate da Mrs Helena Rubinstein quando, nel 1957, inventò il mascara con tubetto e spazzolino, così come lo conosciamo oggi. Prima di allora il mascara era venduto solo in panetti (la formula conteneva coloranti e cera di carruba) e si applicava sulle ciglia prelevandolo dalla pasticca compatta con uno spazzolino bagnato. La formula originaria, però, composta da polvere di carbone e vaselina, è ancora precedente: fu inventata nel 1913 dal chimico T. L. Williams, che studiò il prodotto per sua sorella Mabel. Il neonato mascara fu un tale successo che Williams iniziò a venderlo via posta (antica formula dell’e-commerce contemporaneo) fino a fondare la compagnia Maybelline, ancora oggi azienda leader del settore cosmetico.
FORMULE NUTRIENTI
Da allora molto è cambiato. Le formule dei nuovi mascara sono studiate per garantire il massimo della performance: arricchite con principi attivi nutrienti e vitamine B5 ed E che rinforzano le ciglia, polimeri di ultima generazione che fissano il colore e lo rendono elastico garantendo il massimo della tenuta anche in ambienti umidi o, al contrario, in condizioni di estrema secchezza, cere volumizzanti ed idratanti per rendere le ciglia folte ed elastiche. Alcune formule sono così delicate da garantire la massima tollerabilità anche per chi indossa lenti a contatto o ha gli occhi sensibili.
SPAZZOLE HI-TECK
Gli spazzolini applicatori, poi, spesso sono opere d’ingegneria quasi fantascientifica: hanno forme innovative ed ergonomiche, a pettinino, a spirale, a spazzola con setole di diverse grandezze e di materiali differenti, studiati per allungare, infoltire, incurvare garantendo ciglia extra voluminose e perfettamente separate.
TRUCCARE E PROTEGGERE
Le nuove texture truccano mentre nutrono e proteggono ma, in certi casi, quando le ciglia sono particolarmente deboli, minate dalla routine beauty quotidiana, dall’azione nociva degli agenti esogeni, dall’esposizione ad agenti irritanti, dalle cattive abitudini (ad esempio scordarsi di eliminare il mascara dagli occhi prima di coricarsi) e dall’invecchiamento, è necessario fornire loro un surplus di nutrimento con prodotti specifici che si applicano la sera prima di coricarsi su ciglia e palpebre perfettamente pulite.
COME SI SCEGLIE IL MASCARA
Dipende dal tipo di ciglia e dall’effetto che si vuole ottenere. Chi le ha sottili dovrebbe orientarsi sull’applicatore a pettine che tende a raggruppare le ciglia in piccoli ciuffi, facendo apparire l’arcata cigliare più spessa. Se sono rade meglio scegliere un maxi spazzolino che ‘abbraccia’ le ciglia e le riveste completamente di prodotto per renderle più voluminose. Per le ciglia corte e diritte è ideale uno spazzolino ricurvo che riesce a stendere la texture fino alla radice, incurvando e rimodellando il pelo. Per le fortunate che le hanno folte ci vuole uno spazzolino con setole sottili e ben distanziate, in grado di separare le ciglia una a una. Problemi con il trucco delle ciglia inferiori? Serve un micro applicatore o uno spazzolino con punta sottile in grado di raggiungere anche le ciglia più piccole. Il lavoro dello spazzolino è importante anche per agevolare la stesura di mascara sempre più innovativi che regalano ciglia dal colore pieno e naturale e sono rispettose del benessere dell’occhio. Letteradonna.it ha selezionato per voi le ultime novità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso