DATI ALLARMANTI 18 Gennaio Gen 2013 1601 18 gennaio 2013

Mamme obese? A rischio il Qi del figlio

Bambini con difficoltà in ambito cognitivo e numerico. Lo dice una ricerca inglese.

  • ...
Il sovrappeso, in gravidanza, può compromettere il Qi del figlio.

Il sovrappeso, in gravidanza, può compromettere il Qi del figlio.

Per molte mamme si tratta di una questione estetica. Per altre, invece, di salute. In gravidanza, la pancia cresce e, complice anche qualche voglia culinaria irrefrenabile, i kg si accumulano inesorabilmente.
BILANCIA NEMICA
I numeri sulla bilancia lievitano. Capita a chi ha una costituzione magra e a chi, invece, anche quando non è incinta, tende a ingrassare. Colpa della struttura fisica? Del metabolismo? Oppure di qualche snack in più?
QI A RISCHIO
Sappiate, però, che i bimbi nati da donne in forte sovrappeso, o affette da obesità, potrebbero avere un quoziente intellettivo inferiore rispetto agli altri. L'allarme è stato lanciato dalla University College of London, che ha effettuato alcune analisi in merito. Secondo lo studio, questi bambini potrebbero avere qualche difficoltà in più, soprattutto per quanto riggurda l'ambito verbale e numerico.
ANALIZZATI 20 MILA BAMBINI
Sono stati osservati 20 mila bambini britannici, a cui sono stati sottoposti dei test cognitivi fra i 5 e i 7 anni di età. I dati emersi erano inconfutabili: i piccoli nati da madri che tendevano all'obesità hanno avuto dei punteggi più bassi rispetto agli altri. E, per essere precisi, a livello matematico si parla in media di 1,5 punti in meno di quoziente intellettivo per una mole di 20 chili in più della madre, durante e prima della gravidanza. I ricercatori, però, non vogliono creare alcun allarmismo. Sebbene anche altre ricerche sull'argomento abbiano confermato la correlazione fra peso della mamma in gravidanza e bambino, nulla è ancora certo.
DIFFICOLTÀ DI CONCEPIMENTO PER CHI È AFFETTO DA OBESITÀ
Analizzando il problema a monte, ci sarebbe inoltre una stretta correlazione tra l’obesità e la difficoltà di concepimento (secondo i dati dell’OCSE il 42% degli italiani ha problemi di peso). A dirlo sono i ricercatori dell’Istituto Alma Res di Roma che si occupa di Medicina della riproduzione e fecondazione assistita. L’eccesso di peso, dunque, è una delle cause del calo della fertilità, sia nell’uomo sia nella donna. Il grasso in eccesso nell’uomo aumenta la disfunzione erettile, riduce il numero di spermatozoi e fa diminuire il testosterone, mentre nella donna favorisce i cicli anovulatori.
ABORTI SPONTANEI E COMPLICAZIONI IN GRAVIDANZA
Una donna obesa inoltre è più soggetta a complicazioni in gravidanza e ad aborti spontanei. E anche la fecondazione assistita ha meno successo nelle donne sovrappeso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso