MEN'S FASHION WEEK 16 Gennaio Gen 2013 1147 16 gennaio 2013

Uomo, sobrietà chic in passerella

Capispalla pregiati e dalle linee morbide. Il guardaroba maschile 2013 punta al comfort. E all'eleganza.

  • ...
timthumb

Belstaff. Un coat avvolgente con il collo in pelliccia, un must have dell’autunno inverno 2013-14.

Eleganza. È questa la parola chiave del prossimo autunno inverno, quando l’uomo vestirà colore, capi sartoriali e forme over, senza rinunciare alla classe, mai: né di giorno né di notte. Magari colto dall’impeto della novità, si farà conquistare anche dalla bizzarria di un blazer stampato, di un kilt metropolitano o di un completo doppiopetto color frutti di bosco (qualcuno potrebbe stare anche bene o avere il giusto stile per indossarlo). Tuttavia, schivati gli eccessi da passerella nell’edizione appena conclusa delle sfilate milanesi di moda maschile, difficilmente per l’autunno inverno 2013-14 ci sarà margine per grossolani errori di stile. Lo impone la moda. La stessa che con anticipo di un anno ci consegna in preview, un’immagine confortante: quella di capispalla pregiati, caldi e avvolgenti come un tenero abbraccio. Cappotti e giacche over e il ricorso al volume destrutturato saranno infatti uno dei trend invernali sia per la moda formale, che sportiva.
IL CAPO È OVER
Così, se i tempi, sempre più duri, costringono a stringere i denti,  la moda non allenta la cinghia, o meglio, la cintura, solo per bloccare le forme morbide di maxi coat dal gusto perbene, come quelli di Fendi o lunghi e avvolgenti realizzati in pregiata lana di alpaca, cashmere e seta di Canali. Con inserti tecnici, anche. Mentre pelliccia e montone, oltre a essere capi immortali e un po’ eccentrici (la prima soprattutto) del guardaroba maschile, rifiniscono elegantemente i cappotti, sono improbabili manicotti e scaldano i colli anche di capi tecnici e trapuntati.  Ed è anche qui la novità. Il tecnico non rinuncia al particolare distintivo, al tessuto operato che rende pregiati design e colore e lo impreziosisce (CK Collection).
FORME MORBIDE
C’è poi anche il chiodo classico nell’ideale guardaroba maschile pensato dagli stilisti e non ha di certo nulla di morbido, nemmeno il nome. Ma per il 2013, fa un’eccezione e si ingentilisce: il capo duro sarà elegante, annuisce Ferragamo, che lo presenta in blu. Anche sotto al capospalla, tuttavia, le forme si ammorbidiscono leggermente: pantaloni e maglioni suggeriscono un nuovo agio e maggior comfort al look quotidiano. Per quanto riguarda le maglie, poi sono per lo più le maniche a giocare di più con l’aria.
LINEE ASCIUTTE
Tuttavia, le linee asciutte, soprattutto per quanto riguarda il completo classico, con blazer, saranno ancora predominanti. Il tocco di novità si coglie nel colore, che spazia tra blu, verde, bordeaux, fino ai più classici grigio, nero e senape e nell’attenzione quasi ostentata per il dettaglio. Tra tutti, uno ci ha maggiormente colpito: la sciarpa. Lunga, lunghissima tanto da toccare i piedi come quella vista sulla passerella di Daks. Certo, non tutti saranno alti abbastanza, almeno un metro e ottanta, per poter osare con questo accessorio oversize, ma così vuole la moda. Per tutti gli altri c’è lo stile personale, che se non è miope conosce i nostri limiti meglio di qualsiasi trend.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso