SESSO 2.0 16 Gennaio Gen 2013 1406 16 gennaio 2013

La tecnologia scaccia l'eros

Tablet e smartphone spengono la passione. Navigare sotto le lenzuola allontana il desiderio.

  • ...
La tecnologia è nemica del sesso.

La tecnologia è nemica del sesso.

La tecnologia è parte integrante della vita quotidiana della maggior parte delle persone. Questo è un elemento inconfutabile. Che gli oggetti digitali facciano parte della rotuine, è un dato di fatto.
CONOSCERE GRAZIE AI SOCIAL NETWORK
Facilitano i compiti e anche le relazioni. Il pensiero a Facebook e Twitter è immediato. I social network hanno ampliato il ventaglio delle possibili conoscenze. Ed è innegabile, anche i tradimenti sono aumentati: le tentazioni si moltiplicano; conoscere nuove persone è ancora più semplice. In questo processo, smartphone e tablet hanno avuto un ruolo determinante.
EFFETTI NEGATIVI SULLA SESSUALITÀ
Ma siamo sicuri che il loro impatto abbia solo effetti positivi? Probabilmente no. Almeno non nell'ambito sessuale. Un sondaggio condotto da broadbandchoices.co.uk, un comparatore di prezzi britannico, ha evidenziato che oggi si va a letto in media 90 minuti più tardi rispetto a 10 anni fa. A ritardare l'incontro con Morfeo ci sarebbero fattori tecnologici: aggiornare lo status, twittare, condividere foto. Le persone intervistate hanno ammesso che, dando precedenza a queste attività digitali, a risentirne sarebbe proprio l'intimità.
ADDORMENTARSI CON SMARTPHONE E TABLET
Oltre a coricarsi più tardi, il 46% del campione ha raccontato di mettersi sotto le coperte con lo smartphone per leggere, navigare e chattare. Un'abitudine pericolosa che rischia di mettere a repentaglio anche le coppie più unite. Il 66% degli intervistati under 30 ha dichiarato di twittare o accedere a Facebbok dal letto. Tornando al fattore 'nuove conoscenze', lo smartphone è un ottimo alleato. Forse anche troppo invadente. Uno studio condotto dall'APHA (American Public Health Association) ha evidenziato come gli adolescenti americani che accedono abitualmente a Internet dallo smartphone abbiano un maggior numero di partner sessuali occasionali conosciuti in rete rispetto a chi si collega solo dal Pc. Questa maggior promiscuità si traduce in un maggior numero di rapporti non protetti e, di conseguenza, in una più alta incidenza - circa una volta e mezza - delle malattie sessualmente trasmissibili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso