EVENTI 8 Gennaio Gen 2013 0903 08 gennaio 2013

La moda riparte con l'uomo

A Firenze con il Pitti e a Milano con la Fashion week. Per scoprire le tendenze del prossimo inverno.

  • ...
FASHION: VALENTINO SHOW AT PITTI IMMAGINE UOMO 82

La sfilata di Valentino a Pitti Immagine Uomo 82.

ANSA - ANSA

L’anno nuovo si apre, come è tradizione, con due importanti appuntamenti di moda. E proprio in Italia. Si tratta di  Pitti Immagine Uomo a Firenze (8-11 gennaio) e la Fashion week maschile di Milano (12-15 gennaio), che detteranno le tendenze per il prossimo autunno/inverno.
IL MADE IN ITALY PUNTA A ORIENTE
La Camera Nazionale della Moda non nasconde le preoccupazioni, dati alla mano, per le vendite dell’abbigliamento maschile, che nella prima parte del 2012, hanno subito un calo del 3,2 % , mentre la produzione è scesa del 6,6%. Anche Sistema Moda Italia sottolinea dal canto suo il calo della produzione nel settore tessile, con il fatturato totale per l’anno appena concluso che segna un -4%. Uno spiraglio però arriva dall’estero e sempre secondo quanto rilevato da SMI, Hong Kong è ormai un mercato validissimo per l’abbigliamento maschile, che spazia dalle cravatte alla camiceria, senza dimenticare la maglieria e i prodotti in pelle. Nel 2012 si è registrato, infatti, un incremento del 42,6% di vendite verso il paese asiatico, pari al 4,5% dell’export italiano della moda maschile. Anche la Cina è in vetta alla classifica, seguita dal Giappone con il 23,7% in più di esportazioni. A Occidente, invece, sono gli Stati Uniti quelli che di più apprezzano il Made in Italy, rappresentando l’8,3% dell’export italiano nel settore uomo.
A FIRENZE CON PITTI UOMO
Con la volontà, dunque, di far fronte alla crisi, Firenze diventa il punto di incontro tra aziende e buyer e stampa internazionale per scoprire tutte le novità per il prossimo inverno. L’edizione numero 83 di Pitti Immagine Uomo vedrà alla Fortezza da Basso circa 1020 brand, pronti a presentare le nuove collezioni. A sottolineare il profilo internazionale dell’evento ci sono i marchi stranieri, che compongono il 40% degli espositori. Tra i nomi italiani di spicco ci sono sicuramente Allegri, Caruso e Boglioli, mentre sono attese anche le novità dall’estero con Adidas, Camper e G-Star e tra gli ospiti d’eccezione ci sarà il duo Carol Lim and Humberto Leon, designer di Kenzo, che presenteranno in anteprima alcune pezzi della collezione. Grande spazio sarà dato anche a Ermanno Scervino, protagonista di un evento speciale al Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, dove sfilerà la sua linea uomo.
LA FASHION WEEK MILANESE
Dal 12 al 15 gennaio, invece, i riflettori si sposteranno su Milano, capitale per eccellenza anche del prêt à porter maschile. La Fashion week vedrà come sempre le più importanti griffe italiane, da Giorgio Armani a Dolce&Gabbana, passando per Gucci, Versace e Prada, solo per citarne alcune, affiancate da alcuni stilisti stranieri come Vivienne Westwood, Dirk Bikkembergs e Burberry, che scelgono proprio il capoluogo lombardo per far sfilare le proprie collezioni uomo. Ad aprire i giochi sabato 12 gennaio sarà la raffinatezza di Corneliani, mentre a chiudere il lungo week end modaiolo ci penseranno i colori sgargianti di Enrico Coveri. In totale saranno 38 passerelle che attireranno l'attenzione di giornalisti e addetti ai lavori interessati a scoprire come vestirà l'uomo che ama la moda a partire dal prossimo autunno. Sì, l'uomo che oltre a indossare jeans, chiodo e t-shirt che gli piacciono tanto, sappia, ogni tanto cambiarsi. Anche per noi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso