PANCIONI VIP 8 Gennaio Gen 2013 1623 08 gennaio 2013

Kardashian: «Giù le mani dal mio bebè»

Una foto del nascituro vale 3 milioni di dollari. Kim declina l'offerta di un tabloid straniero.

  • ...
Kim Kardashian e Kanye West.

Kim Kardashian e Kanye West.

Kim Kardashian, ereditiera onnipresente su ogni mezzo mediatico di rilevanza, protegge il suo bebè con le unghie e con i denti. Non è ancora nato ma i tabloid già se lo contendono. I magazine di mezzo mondo hanno offerto cifre folli per mettere le mani sulla prima foto del neonato che dovrebbe nascere la prossima estate. E invece no. Kim e il compagno, il rapper Kanye West, hanno detto un secco no.
PANCIONE OFF-LIMITS
Il pancione - è al terzo mese di gravidanza - è off-limits. Nemmeno l'astronomica cifra pari a 3 milioni di dollari (2 milioni 3 mila euro) ha fatto smuovere la coppia. Il pargoletto non si tocca. Almeno per ora. La decisione attuale è in linea anche con la scelta di non far apparire il piccolo nel reality dei Kardashian.
UN ECCESSO DI PRIVACY
Insomma, un eccesso di privacy nei conronti della creatura. Ma le celebrità che hanno invece deciso di vendere in esclusiva a patinati magazine le immagini dei pargoli sono molte: Brad Pitt e Angelina Jolie, per far conoscere al mondo i gemelli Knox Leon e Vivienne Marcheline, nel 2008 incassarono ben 14 milioni di dollari. Due anni prima, per rivelare il volto di Shiloh, ne intascarono 4. Cifre folli sborsate anche per fotografare i figli dell'ex coppia formata da Jennifer Lopez e Marc Anthony: le immagini di Max ed Emme furono cedute per 6 milioni di dollari.
UNA MOSSA DI MARKETING
Madre protettiva o astuta donna di marketing. Alcuni magazine propendono per la seconda ipotesi. Secondo alcune indiscrezioni, Kim «Sta trattando con alcuni produttori esecutivi per realizzare un documentario sulla sua esperienza di vita che comprende le radiografie, le visite mediche e tutto il resto. Potrebbe guadagnare circa 12 milioni di euro solo grazie al suo pancione. E non è tutto, perché è già stata bombardata da migliaia di offerte per diventare tesimonial di prodotti per madri e lattanti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso