OMEOPATIA 18 Dicembre Dic 2012 1630 18 dicembre 2012

Raffreddore ko con l'eucalipto

È la pianta di stagione, perchè aiuta a combattere i malanni dell'inverno. Grazie a proprietà antisettiche.

  • ...
eucalipto

L'eucalipto ha proprietà antibatteriche e antisettiche: è ideale per combattere le infiammazioni delle vie aeree. (Getty)

Getty Images/iStockphoto

Lo conosciamo come il cibo preferito dai koala. Ma l'eucalipto - nome usato in botanica Eucalyptus - grazie alle sue proprietà è un alimento utilissimo anche per l’uomo, soprattutto durante il periodo invernale.
GIGANTI DELLA TASMANIA
La pianta è stata identificata verso la fine del ‘700 e il nome deriva dal greco “eu”, che significa bene e “kaluptos”, nascosto. Il riferimento è al fiore: finché non sboccia, non è visibile. Sono piante enormi, originarie della Tasmania, dove possono raggiungere i 100 metri d’altezza, mentre l’Eucalyptus globulus, la specie più coltivata nelle regioni mediterranee, arriva a 30 metri.
PROPRIETÀ BALSAMICHE E ANTINFIAMMATORIE
Dalle lunghe foglie, che si raccolgono in estate o autunno da alberi adulti e che possono essere usate per infusi e tisane, si ricavano l’olio essenziale e la tintura madre. I principi attivi hanno proprietà balsamiche, antisettiche e antinfiammatorie. Utili, in particolare, per le vie aree: riduce il catarro e le infezioni delle vie respiratorie, oltre che quelle di bocca e gola.
DALLE BRONCHITI ALLA COSMETICA
L'eucalipto è quindi ideale per combattere laringiti, bronchiti e anche l’influenza. Gli estratti si trovano in pastiglie, in gocce, in spray o in tintura da spalmare, che, applicata come un unguento, funziona anche per alleviare i dolori reumatici. Ma come accennato prima, si può anche preparare un infuso con 20 grammi di foglie portate a ebollizione in circa un litro d’acqua. Viene utilizzato anche in cosmetica, sia come deodorante, sia per purificare la pelle.
UTILE ANCHE CONTRO LA CISTITE
«L’eucalipto è una pianta dalle mille proprietà», spiega Paolo Giordo, medico chirurgo laureato anche in filosofia, specializzato in neurologia ed esperto di omeopatia e fitoterapia, «non solo per le sue proprietà più note, e cioè le sue doti di antinfiammatorio e antisettico, che contrastano batteri e microbi. Funziona benissimo anche come antiparassitario nel caso di bambini con i vermi, che vengono curati con un piccolo clistere una volta a settimana. Le donne invece devono sapere che gli stessi effetti esercitati sulle vie aeree si hanno sull’apparato genito-urinario. Un infuso la sera», prosegue Giordo, «oppure delle gocce due o quattro volte al giorno, combattono i processi infiammatori ed infettivi delle vie urogenitali aiutando ad esempio in caso di vaginite o cistiti». L’utilizzo è sconsigliato alle donne incinte e durante l’allattamento e l’inalazione ai bambini al di sotto dei 6 anni, perché può causare broncospasmo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso