STAR STYLE 16 Novembre Nov 2012 1427 16 novembre 2012

Vittoria, una donna d'Acciaio

La Puccini è al cinema con il film di Mordini. Giovane e di successo, è anche una icona di stile.

  • ...
Puccini5

Vittoria Puccini alla presentazione della mostra Salvatore Ferragamo Evolving Legend a Milano

A pochi giorni dal suo trentesimo compleanno, arriva nelle sale cinematografiche la sua ultima fatica, il film Acciaio, ma per Vittoria Puccini il tempo sembra essersi fermato. La splendida attrice toscana ha infatti già alle sue spalle una filmografia ricca di titoli prestigiosi e riconoscimenti ufficiali, ma gli anni non hanno intaccato in nessun modo la sua bellezza luminosa che l'ha portata a diventare una delle beniamine del pubblico nel 2003, grazie alla serie tivù Elisa di Rivombrosa. Nel film, diretto dal regista Stefano Mordini,Vittoria interpreta il ruolo della fredda Elena, ex fidanzata dell'operaio Alessio (Michele Riondino), che lavora nell'acciaieria di Piombino.
UNA DONNA ALGIDA IN ACCIAIO
Un ruolo un po' algido e snob, distante dal calore e dall'affetto che la sua interprete ha sempre dimostrato nei confronti dei suoi tanti fans, pur mantenendo sempre un atteggiamento timido e riservato. Dalla ragazzina acqua e sapone degli inizi all'elegante e flessuosa attrice che calca i red carpet con naturalezza, la star italiana è cresciuta sotto i riflettori, rimanendo sempre se stessa.
Vittoria ha saputo scegliere con attenzione i progetti a cui partecipare e gli impegni da scegliere al di fuori del set: nonostante sia richiestissima da stilisti e registi, per lei nel 2012 solo due film (Acciaio e Magnifica presenza) e un ruolo da testimonial per una famosa linea di prodotti per capelli.
LA VITA PRIVATA SOTTO I RIFLETTORI
Una riservatezza, quella della diva nostrana, che si rispecchia anche nel mantenere la propria vita privata distante dalle pagine dei rotocalchi o dai salotti televisivi. Una missione difficile, considerando l'attenzione mediatica che la circonda da quando dalla finzione di Elisa di Rivombrosa la favola si è trasferita alla vita reale e Vittoria aveva iniziato una relazione con il suo partner sul set, Alessandro Preziosi. Dal loro amore è nata la figlia Elena, ma la divisione della coppia dopo sette anni ha riempito gli spazi di molte riviste specializzate in gossip.
DALLA FICTION AL CINEMA
L'esordio di Vittoria Puccini è avvenuto nel 2000, nel film di Sergio Rubini Tutto l'amore che c'è. La sua carriera è poi decollata, grazie alla fiction diretta da Cinzia TH Torrini, e da allora, per la giovane attrice solo parti da protagonista: nei film di Pupi Avati Ma quando arrivano le ragazze? e Colpo d'occhio, nelle miniserie Le ragazze di San Frediano, La baronessa di Carini, o in Baciami ancora, sequel del lungometraggio L'ultimo bacio del regista Gabriele Muccino. Un ruolo importante nella carriera della trentenne toscana l'ha avuto anche un evento come la Mostra del Cinema di Venezia, di cui è stata madrina nel 2011 (nonostante un grave lutto in famiglia proprio alla vigilia del Festival), e dove è stata premiata con riconoscimenti come i premi Diamanti al Cinema, conquistato ben tre volte, o quello assegnato da L'Oréal Paris per il talento e la bellezza.

Vittoria Puccini, con un look semplice, al lido durante il 68esimo Festival del Cinema di Venezia.

STILE SOBRIO ED ELEGANTE
Fin dal suo esordio Vittoria ha sempre mantenuto uno stile sobrio ed elegante. Le sue prime apparizioni ufficiali la ritraggono con semplici outfit composti da pantaloni e camicie bianche, dal taglio tradizionale. Sul red carpet, invece, si è dimostrata fin da subito l'ambasciatrice ideale della moda made in Italy. Il suo stile è diventato sempre più raffinato e ricercato: predilige creazioni di Versace ed Armani, senza mai cercare capi troppo elaborati ed eccessivi. Grazie al suo fisico flessuoso e la carnagione chiara, ogni suo outfit, a prescindere dal colore, l'ha sempre valorizzata al meglio.
BELLA AL NATURALE
Il fascino di Vittoria Puccini è tra i più naturali del panorama cinematografico italiano ed internazionale. L'attrice ha più volte dichiarato di non truccarsi mai lontano dai set, ma di occuparsi della sua pelle diafana solo con una pulizia accurata e una crema idratante. Punto di forza per la sua routine è prendersi cura dei capelli, sempre leggeri e lucenti. La sua ricerca di semplicità è sempre stata rispettata anche dai make up artist. Sui red carpet il trucco è sempre ridotto al minimo: un leggero fondotinta come base, un velo di blush rosato e sugli occhi un ombretto, perlato e sui toni del rame e del viola, per enfatizzarne il colore. Per le occasioni più glamour, lo sguardo viene reso ancora più profondo da una linea mai troppo spessa di eyeliner e kajal nero. Tonalità naturali anche sulle labbra, dove un gloss aiuta a volumizzare e illuminare ancora di più lo splendido volto di Vittoria. I lunghi capelli, dalle sfumature castane o bionde, sono spesso raccolti in chignon o pettinature dal gusto retrò, ricreando il glamour di una diva del passato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso