SOS RUGHE 7 Novembre Nov 2012 1147 07 novembre 2012

Collo, cure anti-age

Più sottile e poco irrorata, la pelle di questa zona tende a rovinarsi presto. Ma esistono i rimedi.

  • ...
collo_interno

Le creme dedicate al collo sono più ricche di oli nutrienti e principi attivi.

Getty Images/iStockphoto

A meno che non sia da cigno come quello di Audrey Hepburn, il collo difficilmente cattura l’attenzione. Si fa subito notare, invece, se è solcato da rughe profonde o la pelle tende a rilassarsi. Vale la pena, quindi, di dedicare a questa parte del corpo le giuste attenzioni. Non solo per evitare che diventi un’impietosa spia dell’età, ma anche perché, essendo una zona erogena, deve invitare a baci e carezze.
FRAGILITÀ COSTITUZIONALE
La pelle del collo ha una struttura diversa da quella del viso. Anzitutto è più sottile e povera di ghiandole sebacee, poi non è supportata da un pannicolo adiposo di una certa consistenza ed è poco irrorata dal sangue, quindi riceve minor nutrimento. Queste caratteristiche la rendono molto fragile, soggetta a segnarsi e a cedere precocemente. Senza dimenticare che il collo è in continuo movimento e di conseguenza la pelle è costretta a subire torsioni e stiramenti che la stressano ulteriormente.
GINNASTICA EFFETTO LIFTING
Se l’epidermide può contare sul sostegno di muscoli tonici ed elastici, è meno esposta al rischio di cedere. Ecco perché vale la pena di eseguire ogni giorno qualche esercizio di ginnastica mirato a rinforzare la muscolatura del collo. Ne suggeriamo due, facili e per niente faticosi, tratti dal manuale Visotonic di Loredana De Michelis (edizioni Amrita). Il primo: mettere le mani intrecciate sulla nuca, piegare la testa in avanti, poi cercare di raddrizzarla facendo resistenza con le mani. Il secondo: appoggiare i gomiti a un tavolo e mettere le mani a coppa sotto il mento, quindi spingere con forza il viso verso il basso tenendo i denti superiori leggermente staccati da quelli inferiori. Entrambi gli esercizi vanno ripetuti per tre volte, mattino e sera.
COSMETICI E MASSAGGI AD HOC
Rispetto alle creme antietà per il viso, quelle dedicate al collo sono più ricche di oli nutrienti e di principi attivi in grado di stimolare la circolazione. Perché possano esplicare al meglio la loro azione, vanno applicate con modalità precise, come spiega l’estetista Katia Matta: «Distribuire piccole quantità di prodotto dal sottomento al décolleté, poi, sempre alternando le mani, massaggiare dal basso verso l’alto, per contrastare la forza di gravità; quindi dall’alto verso il basso, per favorire l’eliminazione delle tossine attraverso le vie linfatiche».
UN AIUTO DA FILLER E BOTOX
Se le rughe sono molto accentuate o il collo non è più ben tornito, si può ricorrere alla medicina estetica: «Utilizzando appositi filler all’acido ialuronico, si possono riempire sia i solchi più profondi sia eventuali avvallamenti, naturalmente con tecniche differenziate», assicura Angelo De Nale, specialista in medicina estetica a Milano, «Per rendere meno evidenti i cordoni platismatici, invece, occorre allentare la tensione dei muscoli con infiltrazioni di botox, opportunamente dosate e in punti ben precisi», conclude lo specialista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso