FOOD & GLAM 23 Ottobre Ott 2012 1834 23 ottobre 2012

La personalità è nocciola

Ogni varietà ha un proprio carattere. E un prodotto da abbinare. Una delizia che scalda le giornate più fredde. Come il suo colore, perfetto per la moda di stagione.

  • ...
8 Nocciole Emma Watson Burberry Studded Trenchcoat 1

Neppure Emma Watson sa resistere al fascino della nocciola. Da indossare.

Quella delle Langhe è tonda, gentile e ha una solida relazione d’amore con Mister Cioccolato. Quella di Giffoni invece è chiara e precoce: le piace giocare a fare la protagonista e si insinua in tutte le portate del pranzo, dal primo al liquore. La mortarella, piccolina e schiacciata, preferisce invece tuffarsi in mari di miele, albumi e zucchero, arricchendo così deliziosi torroni. Come le belle ragazze, ogni qualità di nocciola ha un suo carattere e una personalità. Tutte però hanno in comune un gusto pieno e aromatico, tante proprietà benefiche e un colore dai riflessi fulvi che sa di autunno e non passa mai di moda.
UN PIENO DI VITAMINE
Pensavate che la nocciola fosse solo un concentrato di calorie da cui tenersi alla larga? Invece questi frutti sono ricchi di vitamina B ed E, di acido folico, calcio, selenio e grassi benefici, in grado di abbassare il colesterolo cattivo. Certo, come tutta la frutta secca, stiamo parlando di un alimento calorico (oltre 600 calorie per 100 gr) e per questo andrebbe consumata come merenda pomeridiana e non trasformata in sfizio da sgranocchiare dopo cena.
CIOCCOLATO, INSEPARABILE AMICO
È indubbio che la nocciola trovi il suo impiego più azzeccato e versatile in pasticceria, in particolare abbinata al cioccolato. I primi ad accorgersene furono i piemontesi, che resero celebre l’abbinamento inventando il gianduja e, molto tempo dopo, la crema spalmabile più famosa del mondo. Ma non dimentichiamo i celebri cioccolatini di Perugia, un tempo conosciuti come“cazzotti”, le creme, le torte, i gelati e le frolle speciali (come quella dei baci di dama e della specialità austriaca Linzer torte).
RIFLESSI D’AUTUNNO NEL GUARDAROBA
Il colore delle nocciole è un marrone caldo con striature ambrate, una tonalità che ogni ragazza ritrova nel proprio guardaroba tra borse, scarpe e capispalla. Un classico, perfetto per l’autunno, in cui chiunque può rifugiarsi senza il timore di sbagliare. Che si tratti di un trench, come quello scelto da Emma Watson, o di scarpe in stile preppy girl proposte dagli stilisti per questa stagione. Ma i riflessi nocciola arrivano anche sulle chiome, caldi e delicati: tra le star come Jessica Biel e Rachel Bilson, la tendenza è giocare col tono su tono, per un effetto naturale e luminoso.
LINZER TORTE
Ingredienti:
250 gr di nocciole, 350 gr di farina 00 o integrale, 1 bustina di lievito, 170 gr di burro, 2 uova (+ 1 per spennellare), 70 gr di zucchero, cannella qb, 1 chiodo di garofano, 2 cucchiai di miele, 350 gr di confettura di lamponi (o ribes o more), zucchero a velo qb.

Tritare al mixer le nocciole insieme alla farina. Aggiungere lievito, burro, cannella, chiodo di garofano, zucchero, uova e miele e azionare nuovamente il mixer. Non appena l’impasto si sarà addensato, spegnere il mixer, appallottolare la pasta e lasciarla riposare in frigo avvolta da pellicola trasparente. Stendere 3/4 della pasta in una tortiera imburrata, foderando anche i bordi, e farcire il guscio con la marmellata. Stendere l’impasto rimanente sul piano di lavoro, ricavarne delle striscioline con una speronella e disporle sulla torta come per una normale crostata. Spennellare la superficie con l'uovo e infornare a 180 gradi per circa 40 minuti.
CREMA SPALMABILE DI NOCCIOLE E CIOCCOLATO
Ingredienti:
100 gr di nocciole sgusciate senza pellicina, 100 gr di cioccolato fondente, 80 gr di zucchero a velo, 35 gr di burro, 150 gr di latte

Tostare le nocciole per circa 10 minuti a 100 gradi in forno. Frullare le nocciole insieme allo zucchero e al cioccolato. Aggiungere poi il burro e il latte poco alla volta. Versare il tutto in un pentolino e cuocere per qualche minuto per fare addensare, versare in un vasetto di vetro. Conservare in frigo e consumare entro qualche giorno (non sarà un problema!).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso