Spot & eros 8 Ottobre Ott 2012 1523 08 ottobre 2012

Se lei indossa i boxer

Il brand danese Jbs lancia una campagna underwear con modelle spiritose. Salvo scivolare sul finale.

  • ...
Slide8

Il confine tra ironico e sessista nelle pubblicità.

Due mondi Marte e Venere, almeno per una volta, si sfiorano. Si, ma solo nella pubblicità.
IL PARADISO DEGLI STEREOTIPI
Due mondi paralleli che viaggiano su binari opposti, quelli del maschile e del femminile nelle pubblicità. Che è anche il regno degli stereotipi, quei luoghi comuni triti e ritriti che non mancano mai. Sì, l'uomo macho negli spot beve birra davanti alla tivù, legge giornali di sport mentre è al bagno oppure dedica ore intere a lustrare auto e moto. Quasi un personaggio preistorico trapiantato nell'era moderna, che fa tornare alla mente Fred Flintstones, sempre pronto a chiamare la moglie Wilma per farsi accudire. E sembra di sentir echeggiare nell'aria il tam tam «io Tarzan, tu jane», simpatico o poco gradito (dipende se siete uomini o donne) modo per dire «io sono il capo, tu, femmina, pensa a figli e casa». Non solo.
LA RIVINCITA FEMMINILE
Spesso sono i media, tivù e pubblicità in primis, a ricordarci una poco piacevole separazione tra i due emisferi; quanto sia abusata l'immagine della donna; quanto spesso il corpo venga mercificato al solo scopo di vendere un prodotto. Beh, il popolo femminile si è preso una bella rivincita grazie a uno spot danese per underwear. Il brand Jbs, per reclamizzare una collezione di boxer, ha scelto splendide modelle.
COMPORTAMENTI MASCHILI A NUDO
La chiave di volta? Mettendo a nudo loro, si è presa gioco dei comportamenti dell'uomo: dall'addormentarsi in poltrona al momento della rasatura. Peccato poi che il marchio abbia avuto una caduta di stile: ragazze con lato B e seno ben in vista intente a cucire e a lavare boxer. E lo spot si chiude con una donna che dice: «Sono solo per uomini veri». Ma quanto saranno veri questi uomini? Qual è il confine oltre il quale l'ironia si trasforma in sessismo?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso