TOPIC 14 Settembre Set 2012 1441 14 settembre 2012

Merito

Dal discorso di Matteo Renzi a quello delle donne. Che sono le più brave a scuola. Ma sul lavoro hanno ancora stipendi più bassi dei colleghi uomini.

  • ...
donna al lavoro

Sul lavoro le donne hanno ancora difficoltà a vedere riconosciuti i loro meriti.

Getty Images - (c) Stockbyte

La parola di oggi, venerdì 14 settembre, è merito. È stata una delle parole-chiave del discorso che Matteo Renzi ha tenuto ieri a Vicenza, nella convention che ha aperto le danze delle primarie del Pd. In Italia appare rivoluzionario che un politico che si candida alla guida di un partito si concentri sul merito. Dovrebbe essere un tema scontato, e invece non lo è. Le donne lo sanno bene.
LE DONNE E IL MERITO
Non si capisce perché alle superiori e all’università le studentesse superino di gran lunga nei voti i loro compagni ma non riescono poi a emergere sul lavoro. È stato dimostrato come, a parità di qualifica all’interno della stessa azienda, una neoassunta guadagni meno di un neoassunto (5-10% in meno). Il divario tra la carriera di lei e quella di lui aumenta con il progredire degli anni e, se ci concentriamo sulle posizioni di vertice, basti sapere che è stato necessario creare una legge ad hoc (quella sulle quote rosa) per garantire  una adeguata rappresentanza femminile nei cda delle società pubbliche. La Fondazione Bellisario e varie associazioni come Valore D  da tempo si battono per far crescere i talenti femminili: non cercano premi o trattamenti particolari, quasi che le donne fossero una specie protetta da tutelare, ma che il merito sia l’unico criterio di giudizio. In politica e sul lavoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso