BRUTTO VIZIO 12 Settembre Set 2012 1042 12 settembre 2012

Fumare fa male. Sotto le coperte

Disfunzione erettile, rischio divorzio. La dura vita di coppia dei tabagisti da 20 sigarette al giorno.

  • ...
101.Motivi.CMYB.Alta

Un otorinolaringoiatra e una giornalista scientifica danno consigli su come smettere di fumare (e anche su come non iniziare).

Non solo ai polmoni. Fumare fa male anche ai rapporti di coppia. Secondo una ricerca statunitense i tabagisti sono esposti al ‘rischio divorzio’ il 53% in più rispetto ai non fumatori. La spiegazione è nella maggiore incidenza di problemi psicologici, come depressione e ansia, che mettono a dura prova le unioni coniugali. Ma non solo.
FA MALE A LETTO
Il fumo fa male anche sotto le coperte: gli uomini che fumano più di 20 sigarette al giorno, infatti, hanno un rischio del 60% superiore di disfunzione erettile, rispetto a coloro che non hanno fumato. Con buona pace del mito del bel tenebroso con la sigaretta appesa alle labbra...
UN LIBRO PER SMETTERE
La soluzione è smettere di fumare. Come spiegano Fabio Beatrice, primario di Otorinolaringoiatria dell’ospedale San Giovanni di Torino, e Johann Rossi Mason, giornalista scientifica, nel loro libro 101 motivi per non fumare, ed. Guerini Associati (12,90 euro). Una guida scientificamente accurata che aiuta a trovare da soli la propria motivazione e quindi la forza di smettere, utile anche per chi vuole trovare gli argomenti giusti per convincere un adolescente a non iniziare o a smettere: «Ho scritto questo libro perché vorrei operarne sempre meno», ha spiegato il dottor Beatrice.
E PER NON INIZIARE
Parole forti, che hanno fatto breccia in Luciana Littizzetto, che nella sua premessa al libro scrive: «Una volta ho beccato mio figlio quindicenne a fumare. Fumano tutti, mi ha detto, se dico di no faccio la figura del pirla. Guarda che uno è pirla a prescindere, non è certo una sigaretta che fa la differenza. Ogni tanto mi tornano in mente le parole del medico col nome da donna. Anch’io vorrei che ne operasse meno. Lo vorrei tantissimo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso