MOSTRA CINEMA 7 Settembre Set 2012 1247 07 settembre 2012

La bionda e la mora

Sfida di stile tra Rachel McAdams e Noomi Rapace, le protagoniste di Passion di Brian De Palma.

  • ...
passion

Le due protagoniste, dai colori e dal look opposto, in una delle scene del film di De Palma.

Due donne, una bionda e l'altra mora, che si scontrano una contro l'altra tra ambizione, erotismo e violenza. Sono Rachel McAdams e Noomi Rapace le protagoniste di Passion, il nuovo film diretto dal regista Brian De Palma, presentato il 7 settembre in concorso alla mostra del Cinema di Venezia.
RAPPORTO CONFLITTUALE A TINTE LESBO
Crime d'amour di Alain Corneau è l'ispirazione dichiarata del film, che vede contrapposte la regina delle commedie romantiche Rachel McAdams, in un'inedita versione dominatrice, nel ruolo di una boss d'azienda che sottomette, anche eroticamente, la sua assistente, e la camaleontica Noomi Rapace, diventata famosa per aver interpretato Lisbeth Salander nei film tratti dalla trilogia Millenium.
Le due attrici sullo schermo vivono un rapporto conflittuale a tinte lesbo, che si trasforma in uno scontro all'ultimo sangue tra ambizione sfrenata e desiderio di potere all'interno di una agenzia pubblicitaria.
Per non rovinare l'atmosfera e i colpi di scena di questo nuovo thriller psicologico di De Palma non si può rivelare chi delle due avrà la meglio ma, al di fuori della finzione, è già aperta la gara a chi conquisterà il titolo di femme fatale della mostra del Cinema.
RACHEL, ICONA DI STILE
Rachel McAdams ha saputo conquistare il pubblico con i suoi ruoli commoventi in commedie romantiche come Le pagine della nostra vita, accanto al sex symbol Ryan Gosling (con cui ha vissuto una storia d'amore, ora invece l'attrice è legata al collega Michael Sheen), o il recente La memoria del cuore, dove era protagonista insieme a Channing Tatum.
In passato la bella Rachel ha saputo tirare fuori anche un lato più cinico ed irriverente in film come Mean Girls o in ruoli impegnativi diretta da maestri del cinema come accaduto con Midnight in Paris di Woody Allen. La 33enne canadese è diventata in poco tempo un'icona di stile bon ton, e sul red carpet ha sfoggiato abiti di alta moda e make up iperfemminile, che valorizza la carnagione tenue, i lineamenti perfetti e gli occhi chiari. A Venezia l'attrice è protagonista anche di To the Wonder, di Terrence Malick.
NOOMI, BELLEZZA SOFISTICATA
Noomi Rapace, la "rivale", ha saputo invece imporsi all'attenzione di critica e pubblico grazie al personaggio di Lisbeth Salander, tutta piercing, sopracciglia rasate e look androgino. La trentaduenne, nata da madre francese e padre spagnolo, ha sempre saputo trasformarsi in base alle esigenze di copione, pur mantenendo un suo carattere deciso ed una bellezza sofisticata: dal più recente film dedicato al Sherlock Holmes di Guy Ritchie, al ruolo di madre in preda ad ansie e paure nel recente Babycall, fino alle tute spaziali di Prometheus. Nel film diretto da Ridley Scott, che sarà nei cinema italiani dal 14 settembre, Noomi raccoglie l'eredità di Sigourney Weaver ed affronta misteri e creature aliene con caparbietà e forza fisica. Lo scontro con la bionda Rachel McAdams in Passion conferma il talento dell'attrice nordica che sullo schermo e sui red carpet si presenta con un look ricercato ed un trucco essenziale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso