FOCUS 3 Settembre Set 2012 1052 03 settembre 2012

Violenza sulle donne: un'altra vittima a Torino

È il secondo caso in pochi mesi. Secondo l'Istat ogni due o tre giorni una donna viene uccisa in un contesto domestico.

  • ...
violenza donne

Secondo i dati Istat, ogni due-tre giorni una donna è vittima di violenze.

Non si ferma la violenza sulle donne, ed è l’ultima notizia di cronaca a confermarlo. Il cadavere di una ragazza marocchina di 24 anni è stato ritrovato ieri sera (2 settembre) nel Po, a Torino, dopo che un passante aveva notato un piede che spuntava da un telo viola. Il corpo della donna uccisa a coltellate è stato recuperato dai Vigili del Fuoco vicino alla riva nei pressi dell'ospedale Molinette. Le indagini delle forze dell’ordine non lasciano spazio a ipotesi diverse da quella dell’omicidio, ma tutta la dinamica rimane ancora un enigma. Il corpo, che porta i segni di decine di coltellate, potrebbe esser stato gettato nel fiume anche in una località a monte rispetto al luogo di ritrovamento, per cui il delitto potrebbe essere avvenuto anche nei dintorni del capoluogo piemontese. Intanto gli investigatori  stanno scavando nel passato della donna, e per questo si sono recati in un appartamento nel quale aveva abitato e a casa di una sua conoscente per verificare se la giovane sia la stessa che, in passato, era stata indirettamente coinvolta in altre vicende di cronaca.
UN CASO SIMILE POCHI MESI FA
È la seconda volta in pochi mesi che il cadavere di una donna straniera uccisa viene trovato nelle acque del Po a Torino. Il 26 febbraio scorso, a San Mauro Torinese, fu ripescato quello della prostituta nigeriana di 20 anni Anthonia Egbuna, anche in quel caso martoriato da decine di coltellate. Per quel delitto, lo scorso 16 agosto è stato arrestato Daniele Ughetto Piampaschet, un aspirante scrittore che avrebbe anticipato il delitto proprio in un suo romanzo, ritrovato nel suo appartamento.
PAURA ANCHE TRA LE MURA DOMESTICHE
Non solo sul bordo di una strada, ma anche tra le mura di casa le donne non sembrano mai al sicuro. Lo dimostrano i dati relativi al 2010 diffusi dall’Istat, secondo i quali nel contesto domestico viene uccisa circa una donna ogni due, tre giorni. Inoltre circa il 70% di questi omicidi sono compiuti da partner o parenti. Spesso sono gli improvvisi raptus di gelosia dei mariti a trasformarsi in trappole mortali, come quello avvenuto ieri, il 2 settembre a Fano, Pesaro, dove un albanese di 40 anni ha ucciso a coltellate la moglie di 32, madre di quattro figli. L'uxoricida, Arben Hoxha, dopo aver infierito più volte con un coltello sulla vittima, Mariola, si è recato al Commissariato, dove ha confessato tutto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso