REMISE EN FORME 30 Agosto Ago 2012 1518 30 agosto 2012

Laser power

Promette di ridurre gli eccessi di grasso. Ecco Zerona.

  • ...

Arriva dagli States il raggio che snellisce. Il suo nome è Zerona, un laser dimagrante a bassa potenza, ovvero freddo, non invasivo e indolore che promette gli stessi risultati di una liposuzione ma senza bisturi ed effetti collaterali. Una metodica innovativa, ma consolidata oltreoceano e in Italia, che riduce la silhouette di due taglie in 15/20 giorni.
Come ci riesce? Scopriamolo insieme. Con la consulenza del dottor Federico Fiori, specialista in medicina e chirurgia estetica presso lo Studio Dietologico Italiano.
CHE COS'È ZERONA
È un trattamento laser a bassa potenza per la riduzione degli eccessi di grasso in punti critici del corpo come fianchi, addome e cosce, in grado di offrire risultati pari a quelli di una liposuzione in sole 2-3 settimane.
Il laser, autorizzato dall’FDA (Food and Drug Administration), utilizza una meccanica brevettata che trasforma il raggio laser puntiforme in una lama di luce che ruota sulla superficie cutanea.
A COSA SERVE
Riduce il volume degli adipociti, svuotandoli dal grasso ma senza distruggerli o eliminarli (come accade invece con la liposuzione): la loro salvaguardia è importante perché gli adipociti sono cellule vive che hanno un ruolo importante nel preservare le funzioni del sistema immunitario e metabolico.
Come ci riesce? Il laser emulsiona il grasso all’interno delle cellule adipose e ne rende possibile la fuoriuscita attraverso dei piccoli fori che si formano temporaneamente sulla membrana cellulare. In più, aiuta l’organismo ad assorbire il grasso liberato dagli adipociti stimolando le sue naturali funzioni biologiche: il grasso in eccesso viene rimosso attraverso il sistema linfatico ed eliminato senza effetti collaterali e tempi di recupero,mentre in parte diventa fonte d’energia di pronto utilizzo per l’organismo.
Ma non finisce qui. «Secondo gli studi liberando questi grassi nel corpo i livelli di colesterolo nel sangue migliorano perché quando gli adipociti sono infiammati e ipertrofici interferiscono con la regolazione del metabolismo delle proteine. Inoltre, non essendoci il blocco calorico tipico delle diete, si conservano forza ed energia», afferma il dottor Steve Shanks, inventore di Zerona.
Il trattamento promette una riduzione fino a 9 centimetri sulla circonferenza complessiva di vita, fianchi e cosce in 2/3 settimane (si sono registrati picchi massimi di riduzione della circonferenza del girovita di circa 20,3 cm, l’equivalente di 4 taglie).
I primi risultati si notano dopo il terzo o il quarto trattamento, in alcuni casi solo dopo il sesto.
LIMITI E CONTROINDICAZIONI
È da evitare in caso di tumori anche pregressi, insufficienza renale, epatopatie gravi come la cirrosi epatica. Nei soggetti ipotiroidei il numero delle sedute e il tempo di prognosi può essere più lungo perché la capacità di smaltire il grasso liberato è rallentata.
COME SI SVOLGE LA SEDUTA
Ogni trattamento di Zerona dura circa 40 minuti. La paziente, comodamente sdraiata sul lettino, viene irraggiata simultaneamente da 5 teste laser posizionate “a ragno” sulle zone da trattare (da qui la denominazione di “polipo brucia grassi” o “ragno laser), a una distanza di circa 20 cm dalla pelle. Il laser ‘apre’ le cellule adipose consentendone lo svuotamento. Il grasso così liberato verrà poi smaltito per via metabolica.
PER MANTENERE I RISULTATI
«Per ottenere il massimo dal trattamento e consolidare i risultati raggiunti, suggerisco di affiancare al protocollo laser una dieta ipocalorica prevalentemente proteica, associata a nutriceutici anti-ossidanti per prevenire i danni da radicali liberi responsabili dell’invecchiamento dei tessuti. Da completare con un’attività fisica moderata ma costante (camminare, nuotare, fare attività aerobica) e un buon cosmetico tonificante per rassodare la pelle che deve mantenersi elastica per adattarsi alle nuove forme. Infine, se si pratica un linfodrenaggio al termine della seduta, si accelera lo smaltimento dei grassi e il dimagrimento in centimetri quasi raddoppia» afferma la dottoressa Chantal Sciuto, dermatologa a Roma. Che conclude: «È importante non dimenticare che i risultati del dimagrimento si mantengono per sempre solo se si ingeriscono tante calorie quante ne consumano».
TEMPI E COSTI
Il protocollo Zerona prevede una seduta a giorni alterni per un totale di 6/9 trattamenti da effettuare in 2-3 settimane. Se si supera questo intervallo di tempo dilazionando le sedute, può accadere che il grasso venga riassorbito dagli adipociti, rendendo vano il trattamento. Costo: 200 euro circa a seduta.
Per maggiori informazioni e per conoscere i centri in tutta Italia dove provare il trattamento: www.zerona.it, Numero verde 800 911820.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso